Ottenere permessi di root per Alcatel One touch 997D

Guida per ottenere permessi di root per Alcatel One Touch 997D root per lo smartphone Alcatel One Touch 997D uno dei top di gamma Alcatel, lo smartphone è stato da poco aggiunto al nostro listino ed è in offerta ad un ottimo prezzo ed ora vediamo come poter ottenere i suoi privilegi di root.

Questo dispositivo Alcatel come il suo fratello "minore" Alcatel One Touch 991D è uno smartphone che offre un buon rapporto qualità prezzo e dopo la guida che ha riscosso successo "come ottenere permessi di root per Alcatel 991D" ora affrontiamo la stessa guida anche per questo modello.

La guida è già presente online su diversi siti di tecnologia Logeekamente e anche Mysmartphone.it dai quali prendiamo spunto, noi qui postiamo quella che ci sembra più semplice per poter darla anche ai nostri lettori, vi ricordiamo però che tale guida è intesa per chi ha padronanza con queste operazioni e anche che tale procedure può invalidare la garanzia per questo noi di TelephoneLine.it non ci assumiamo nessuna responsabilità circa questa operazione.

Detto questo procediamo con la guida che per questo smartphone sembra essere piuttosto semplice, vediamo innanzi tutto quello di cui abbiamo bisogno:

Requisiti:

[sociallocker id="5863"]-Alcatel One Touch 997D e PC Windows

– Scaricate i driver per il vostro Alcatel dalla pagina ufficiale installando Alcatel One Touch Upgrade e One Touch Manager

– Scaricate MTKDroidTool

– Effettuate un Back-up del telefono dei vostri dati per sicurezza [/sociallocker]

Guida:

– Installate i driver installando i programmi di gestione dell’Alcatel One Touch 997D

– Ora spegnete lo smartphone e riavviatelo in Flasher Mode premendo e tenendo premuti tasto accensione + volume giù

– Scompattate il file MTKDroid Tool e aprite il programma eseguibile al suo interno

– Ora collegate l’Alcatel One Touch 997D al PC e quindi attendete che questo venga riconosciuto dal programma

– Ora cliccate sul pulsante root posto nella parte inferiore del programma e quindi attendete il processo (saltate l’opzione backup)

Complimenti avete appena effettuato il root del terminale e siete pronti per installare una custom recovery.