Ristoranti stellati Michelin: Guida completa

I ristoranti stellati Michelin sono da sempre oggetto di grande curiosità: new entry, vecchie glorie, nuove tendenze dell’alta cucina che sono poste in evidenza anno dopo anno dalle scelte e dalle guide Michelin, che date le sue scelte fissa il punto di riferimento gastronomico più noto e riconosciuto a livello mondiale.

"La stella è il simbolo usualmente utilizzato e ormai largamente comprensibile per classificare alberghi, ristoranti ed altre tipologie di locali pubblici. La stella Michelin è un riconoscimento di prestigio attribuita ai ristoranti giudicati migliori, dai critici incaricati e va a premiare la cucina lo chef, la location e tutta una serie di altri fattori importanti e necessari, secondo parametri ben precisi."

Criteri, assegnazione ed ottenimento delle stelle Michelin

Sempre più spesso si sente o si legge di chef e ristoranti che ottengono le stelle Michelin, clienti che vanno alla ricerca dei migliori ristoranti stellati e proprietari di locali di livello elevato discutere sulle ambite stelle.

Il termine “stella Michelin” è un segno distintivo che identifica la migliore qualità culinaria adottato dal 1926 dalla nota casa di pneumatici per recensire, inizialmente in forma del tutto anonima, i ristoranti ed inserirli come consigli di viaggio. Michelin assegna da sempre da 1 a 3 stelle sulla base di segnalazioni di ispettori delegati secondo i criteri sottostanti:

  1. ristorante molto buono nella sua categoria.
  2. cucina eccellente.
  3. cucina eccezionale.

Quali sono i fattori che vengono analizzati e che fanno sì che un ristorante possa essere una potenziale stella Michelin?

L’assegnazione, nasce proprio alla segnalazione da parte di uno degli ispettori Michelin che, dopo essersi una volta seduto al tavolo del ristorante consultando il menù, scegliendo tra l’offerta gastronomica proposta un piatto che possa consentire di valutare la freschezza degli ingredienti, la bontà, l’equilibrio dei sapori, la consistenza del cibo e la presentazione del piatto.

L’esame prosegue con l’ordinazione di altre tre portate di complessità diversa per valutare le competenze dello chef e dell’intera brigata di cucina. Riassumendo ogni piatto viene valutato secondo questi 4 parametri:

  1. Qualità del prodotto
  2. Tecnica della preparazione
  3. Equilibrio fra gli ingredienti
  4. Creatività dello Chef

Gli ispettori Michelin poi analizzano la qualità del servizio, l’atmosfera, gli arredi e la location. Successivamente viene redatto un modulo dove vengono elencati tutti gli ingredienti di ogni piatto che viene esaminato classificando il tutto secondo ulteriori parametri.

A questo punto prosegue l’analisi dettagliata dell’ambiente, del servizio, dell’ospitalità e del comfort, tutti questi elementi ricevono un simbolo differente, delle forchette, il cui numero crescente da 1 a 5 ed è funzione di un numero enorme di fattori, il servizio, l’affollamento, gli arredi, l’atmosfera, la carta dei vini, tutti i dettagli compreso i saluti dei camerieri e la disposizione dei bicchieri e delle posate in tavola.

Ristoranti stellati in Italia

L’Italia, al 2014, con un totale di 329 stelle riconosciute, si piazza al secondo posto nel mondo dopo la Francia. Rispetto all’edizione del 2013, quest’anno sono state inserite 33 stelle e tolte 11. Sono presenti da Nord a Sud  con picchi in Lombardia e fanalino di coda Roma e Napoli. La Lombardia afferma il suo primato con 57 ristoranti, segue il Piemonte, secondo per numero di esercizi: 38; la Campania si posiziona al terzo posto con 33 ristoranti stellati. In testa alla classifica delle province più stellate d’Italia si conferma Bolzano, con 20 ristoranti, seguita da Roma e Napoli, rispettivamente con 18 e 17 ristoranti.

Roma e Torino

Sono presenti da Nord a Sud della Michelin con picchi in Lombardia e fanalino di coda Roma e Napoli. A Roma si può segnalare il Ristorante All’Oro (http://www.ristorantealloro.it/), una stella Michelin incorniciata da una terrazza con vista su tutta la capitale e restando a Roma, e le 2 stelle del Ristorante Stellato Il Pagliaccio (http://www.ristoranteilpagliaccio.com/) by Anthony Genovese.

Sempre in tema di buona forchetta, non si può dimenticare il panificio Antico Formo Roscioli (http://www.anticofornoroscioli.it/), specializzato nella tradizione romana dei panificati come pizza e focaccia alla Romana.

Più a nord poi segnaliamo la pizzeria slowfood e Gambero Rosso di Torino Pomodoro e Basilico by Patrick Ricci (http://www.pomodoroebasilico.org/).

Sul sito della Michelin è possibile consultare tutti i ristoranti stellati e scegliere quello che più vi intriga.