Tecnologia nautica: accessori e novità in arrivo dai saloni nautici

Novità per gli amanti del mare e della nautica. Tra accessori e tecnologia sono tante le innovazioni che caratterizzano il settore, basta fare un giro tra i saloni nautici e le fiere internazionali che si stanno organizzando in questi mesi.

Motori, meno consumi e meno inquinamento

Una delle novità (c’era da aspettarselo) sono i motori di ultima generazione, con meno emissioni e consumi ma più potenza. Il futuro del motore insomma sta nell’efficienza delle unità termiche, che permettono il miglior rapporto tra potenza e consumo, con un’attenzione particolare anche per la riduzione dell’impatto ambientale, dato che le norme antinquinamento stanno diventando sempre più severe in Europa come nel resto del mondo.

L’ultima generazione di motori si caratterizza anche per la minore rumorosità e vibrazione, da sempre una seccatura per chi va per mare. Così è sembrato girovagando tra gli stand del Salone Nautico di Genova del mese scorso, che ha visto partecipare tante aziende storiche del settore nautico.

Evinrude si è presentata con la nuova tecnologia dei motori due tempi a iniezione diretta. Sono i G-2, fuoribordo innovativi per forma e componenti tecniche. La nuova tecnologia E-tec ha presentato sei modelli da 200 a 300 HP, con una nuova unità termica V6 da 3.400 cc.Questo significa una riduzione del 15% dei consumi e il 75% in meno delle emissioni.

Un’alternativa al V6 è il fuoribordo da 200 HP della Suzuki, uno dei migliori per rapporto peso/potenza, con un 4 cilindri e 4 tempi, compatto ma leggero. Lo Yamaha F115B, più leggero al suo predecessore di ben 13 chili è un ottimo fuoribordo con 1.832 di cilindrata, anche questo modello garantisce meno consumi e più velocità. Innovazioni anche nel design, basti pensare alla forma "farfallata" del nuovo motore di Mercury Mercruiser.

Accessori e stampa 3D

Una vera e propria rivoluzione nel processo di produzione e nel design, viene dall’utilizzo delle stampanti 3D. Usate già da tempo in altri settori, dall’ingegneristico all’aerospaziale, ora arrivano anche nella nautica. Con i nuovi materiali, cha vanno dalla resina all’alluminio e al titanio, fino al nuovissimo Windform (una volta si utilizzava solo la plastica) le stampanti 3D consentiranno di produrre in serie non più solo oggetti in scala, ma anche veri e propri accessori per ogni tipo di imbarcazione, senza usare stampi. Tutto questo si traduce in minori tempi e costi di produzione.

Made in Italy

La nautica oggi trova il suo maggiore sbocco nel web, dove diventa facile reperire tutte le ultime novità con pochi click del mouse. Come si può ad esempio vedere anche nella varietà degli accessori nautica di magellanostore.it, portale specializzato nella vendita online di ogni tipologia di accessorio nautico, sul web l’utente medio può veramente riuscire a trovare tutto ciò che gli serve per la sua barca, specie tutte le ultime novità tecnologiche.

Novità che sembrano essere arrivate anche oltreoceano, dove il Made in Italy è molto apprezzato sia per gli accessori che per il design, infatti, come si può leggere sull’articolo de ilnautilus.it, proprio nei prossimi mesi ci sarà la prima Fiera Internazionale di Tecnologia Subfornitura e Design del Mare dell’Italia in Brasile, dove appassionati del mare arriveranno da tutto il mondo per informarsi su accessori e strumentazioni di produzione italiana.

Come si vede, le innovazioni nel settore nautico non mancano, tra motori all’insegna dell’ecologia e della potenza, e il design alla moda, il settore è in piena evoluzione, e presenta sempre novità a cui i consumatori sembrano non poter rinunciare.