Carenza di vitamina D: 4 cose che dovresti sapere

La vitamina D è un nutriente in grado di proteggere le vostre ossa, il cuore ed il cervello disponibile a tutti. L’unica cosa che dovete fare per riceverlo è uscire all’aria aperta.  La Vitamina D infatti viene creata dalle nostre cellule quando il corpo è esposto alla luce solare! Eppure, nonostante la facilità con cui si può aumentare la quantità di Vitamina D, numerose persone hanno gravi carenze di questo nutriente.

Vediamo ora, in che modo la carenza di questa sostanza nutritiva può influenzare gravemente il nostro stato di salute.

Perché abbiamo bisogno di vitamina D

"VitaminaLa Vitamina D aiuta l’organismo ad assorbire il calcio, vitale per la formazione e il mantenimento di ossa e denti forti.

Inoltre, diverse ricerche hanno dimostrato che la Vitamina D agisce in modo simile ad un ormone nel corpo e può svolgere un ruolo importante nella regolazione della pressione sanguigna, del peso e dell’umore.

Quando un soggetto adulto non ha degli adeguati livelli di Vitamina D può soffrire di diverse patologie:

  • osteomalacia (ammorbidimento delle ossa)
  • osteoporosi
  • dolore osseo
  • debolezza muscolare

La Vitamina D è inoltre un componente chiave nello sviluppo del cervello, e una sua carenza può contribuire a bassi livelli di energia o anche sintomi depressivi.

1. La luce solare è la migliore fonte di Vitamina D

"Sole/Shopbioblogghiamo"Il corpo può generare autonomamente la Vitamina D, ma solo se la pelle è esposta alla luce solare.

Per la maggior parte delle persone, basterebbe trascorrere tra i 5 e i 30 minuti all’aria aperta, due volte alla settimana per sintetizzare la giusta quantità di Vitamina D.

Il sole deve brillare sulla pelle nuda! Sul viso, le gambe o le braccia, senza protezione solare.

Attenzione: non esponetevi troppo a lungo ai raggi UVA e UVB, perché questo può aumentare il rischio di danni alla pelle e al melanoma.

2. Alcuni alimenti possono aiutare

"Omega-3Anche se la maggior parte della Vitamina D viene prodotta dal corpo quando è esposto al sole, una buona quantità la possiamo assumere anche dal cibo. Gli alimenti che contengono molta Vitamina D sono:

  • Salmone, aringhe, sgombri, sardine e tonno
  • Uova
  • Succhi di frutta
  • Cereali

La quantità giornaliera (600 UI per gli adulti fino a 70 anni) del nutriente non può sicuramente essere assunta tutta dal cibo. Dunque, deve provenire da diverse fonti: dieta, luce solare e talvolta integratori.

3. La vitamina D può migliorare le prestazioni atletiche

"sport-estivi"Un recente articolo pubblicato sul the American College of Sports Medicine’s Health & Fitness Journal, ha messo in evidenza come le persone carenti di Vitamina D possono compromettere le proprie prestazioni sportive.

Diversi studi hanno rilevato, per esempio, che gli atleti sono in grado di saltare più in alto o di correre più velocemente dopo aver assunto degli integratori di Vitamina D per diverse settimane o mesi.

ATTENZIONE: se avete già degli adeguati livelli di Vitamina D, assumere degli integratori non vi farà migliorare le vostre prestazioni atletiche.

4. Un integratore può migliorare la vostra salute…oppure no

"Omega-3Uno studio del 2013, condotto presso l’Università di Auckland in Nuova Zelanda, ha rilevato che molti adulti che avevano assunto degli integratori di Vitamina D per prevenire l’osteoporosi, in realtà non avevano tratto dei grandi vantaggi.

Questo è il motivo per cui, se decidete di prendere un integratore, dovete farlo dietro il consulto del vostro medico.Decisione che verrà presa in base ai fattori di rischio individuali e tutti i sintomi che potrebbero verificarsi.

Infine, se il vostro medico acconsente, scegliete di utilizzare solo integratori naturali, che potete scegliere sul sito Shopbioblogghiamo!