Come funziona il "Sottocosto" e il dumping

In momenti di crisi è sempre meglio poter risparmiare qualche euro, come avviene per le rottamazioni di auto, anche i sottocosti hanno una politica simile!

La Politica del dumping è una strategia commerciale atta a vendere prodotti ad un prezzo inferiore al loro costo di produzione, in alcuni casi senza ottenerne un guadagno. Tipicamente la strategia di chi vende sottocosto sfrutta tecniche di  prezzi più alti nella nazione di produzione cosi da compensare le perdite accumulate all’estero.

Quindi il consumatore quando acquista un prodotto SOTTOCOSTO sa sempre che il prezzo minore sul mercato con cui può acquistare tale prodotto.

Ma cos’è il dumping?

Si definisce come dumping la situazione cui un’azienda vende il proprio prodotto a prezzo più basso sul mercato estero rispetto al prezzo di vendita sul mercato nazionale.

In alcuni casi il protezionismo assume delle forme poco trasparenti, ed è difficile stabilire se una misura abbia o meno natura protezionistica, in questo caso il dumping è considerato come una forma di concorrenza sleale da parte di imprese estere. Per fare fronte al dumping vengono spesso messe in atto delle misure antidumping. Il problema è complesso perché a volte sono le misure antidumping stesse possono essere considerate come una forma di protezionismo e quindi diventa un circolo vizioso che si morde la coda.

L’imposizione di misure antidumping è regolamentato da Agreement on Implementation of Artiche VI of GATT 1994, che è parte integrante degli accordi WTO.

Il governo del paese colpito si può appellare al Dispute Settlement Body del WTO per trovare una soluzione alla controversia. Insomma in questo casi marketing e protezionismo possono essere alleati o nemici nella lotta del ribasso dei prezzi…

Per evitare questi allarmismi non vi resta che provare il nuovissimo sito www.almigliorprezzo.eu e iniziare a risparmiare e acquistare in serenità grazie alla garanzia di un colosso mondiale come Amazon.

Buon dumping a tutti… o forse no 🙂

/