Prodotti naturali: il boom in Italia è soprattutto online

Non c’è dubbio: gli ultimi 10 anni hanno visto un costante crescendo della volontà di vivere in maniera più naturale anche attraverso prodotti naturali. Forse una reazione necessaria al boom della società dei consumi, della filosofia dell’usa-e-getta e dell’aumento inesorabile di inquinamento di aria, acqua e terreno. I prodotti naturali, in ogni ambito, diventano sempre più popolari, così come coloro che decidono di impegnarsi in un regime alimentare vegetariano o vegano, per motivazioni sia salutistiche sia etiche.

Ma non solo: anche i cosmetici e i prodotti di bellezza prendono sempre più piede nella loro formulazione bio, senza l’aggiunta di elementi chimici e a partire da principi attivi naturali.

Altro fattore importante da considerare è la diffusione dell’online come canale privilegiato per l’acquisto di questi prodotti naturali, grazie a portali specializzati come ad esempio Relessere.it, l’e-commerce che propone prodotti naturali, cosmetici bio per lui e per lei, così come per la delicata pelle dei bambini, oltre a candele e profumatori per ambienti, tutto rigorosamente a base vegetale.

Aloe Vera, bava di lumaca, olio di rosa mosqueta e altri elementi vegetali sono utilizzati fin dall’antichità, nella medicina tradizionale, per dare supporto alla salute e alla bellezza del corpo"

– commenta Domenico Materia, CEO di Relessere

"Sono estremamente efficaci e hanno di certo meno controindicazioni rispetto a composti chimici industriali che, per quanto possano portare i risultati sperati, sono molto aggressivi su pelle e capelli”.

Secondo recenti dati Nielsen, a trainare il settore dei prodotti naturali c’è sicuramente l’alimentare, seguito però da beauty e wellness. Bisogna però fare un distinguo importante tra cosmetici naturali e biologici, i due termini non sono sinonimi. La certificazione Cosmos (Cosmetic Organic Standard) afferma che per essere definito “naturale” il 98% del prodotto deve essere naturale, mentre nel “biologico”, il 95% degli elementi contenuti deve essere da agricoltura biologica.

Un’accortezza in più riguarda l’igiene dei bambini, che hanno un PH della pelle molto diverso, più acido e delicato, rispetto agli adulti: questo implica che i prodotti a loro dedicati debbano essere ancora più controllati.