Rifiuti ingombranti: cosa sono e come sbarazzarsene

Molto spesso si parla di rifiuti ingombranti, e dei problemi legati alla raccolta di tale categoria di rifiuti, soprattutto del problema delle discariche che vengono intasate da questa tipologia di rifiuti. Non tutti però sanno che cosa sono i rifiuti ingombranti, quindi ve lo spiegheremo in poche e semplici parole.

Un rifiuto ingombrante, può essere tutto ciò che riguarda articoli o elettrodomestici che ognuno di noi ha nella propria abitazione che, per motivi di guasto, di inutilizzo o di una semplice sostituzione, non servono più e quindi andranno gettati in qualche modo.

Ad esempio, l’esempio più comune di rifiuto ingombrante è il divano o la televisione. Se possediamo un divano o una TV che riteniamo vecchi, consumati o inadatti, una volta comprato un nuovo modello di questi due oggetti, quelli vecchi andranno gettati via, diventando quindi rifiuti ingombranti.

Come sbarazzarsi dei rifiuti ingombranti

Ovviamente un divano non potrà mai essere gettato nei secchioni della spazzatura che abbiamo sotto casa, non solo per motivi di spazio, ma anche perché non appartiene a nessuna delle categorie di standard di rifiuti, quindi bisognerà trovare un modo per disfarsene. Ecco come:

Dove gettare i rifiuti ingombranti

Esistono due modi per sbarazzarsi del proprio rifiuto ingombrante: il primo è che personalmente, una volta portato fuori dalla nostra abitazione il rifiuto in questione, lo si porti ad uno degli ecocentri presenti nella vostra città, altrimenti potrete contattare un’azienda che si occupa dello smaltimento rifiuti Roma la quale si occuperà personalmente sia del ritiro, che dello smaltimento o riciclaggio del rifiuto.

Come vengono trattati

Il modo principale in cui questi rifiuti ingombranti vengono riciclati, è il riutilizzo del materiale proveniente dal rifiuto per ricreare l’oggetto di provenienza in degli impianti di riciclaggio, usando dei trattamenti adeguati e meccanici. Per esempio, un computer o un televisore che viene rifiutato, verrà sottoposto ad un’accurata scelta e divisione dei componenti ancora utilizzabili per poterne creare altri, trasformando in questo modo, il problema in una risorsa molto utile.

Altri materiali invece verranno mandate a delle fabbriche dove il materiale in questione è di fondamentale importanza e necessità, come ad esempio il metallo che potrebbe essere preso in molti rifiuti ingombranti, verrà mandato in una fonderia, contribuendo così allo smaltimento e al riciclaggio di questi rifiuti ingombranti.