Modulo Cid: guida alla compilazione in caso di incidente

Come si compila il modulo Cid, la constatazione amichevole in caso di sinistro? Tutto ciò che occorre sapere su Rca e Modulo Cid per non farsi cogliere impreparati. Rca e modulo CID sono strumenti indispensabili per gli automobilisti. Per individuare una valida polizza Rca, che ci tuteli in caso di incidente, è sufficiente mettere i preventivi assicurazione a confronto tra le varie compagnie del settore assicurativo. Se stipulare una polizza assicurativa è una prassi obbligatoria per legge, in caso di sinistro stradale è altrettanto importante conoscere le modalità di compilazione del modulo di constatazione amichevole, così da gestire al meglio l’iter di gestione del sinistro stradale.

Che cos’è il CID?

Vediamo di seguito tutto ciò che è opportuno sapere in merito al modulo CID, la convenzione indennizzo diretto, anche noto come CAI, ovvero constatazione amichevole di incidente. Si tratta di un modulo costituito da più copie. Per mezzo della compilazione del modulo CID le parti coinvolte nel sinistro procedono alla denuncia dell’incidente stradale. Il modulo viene generalmente fornito all’assicurato dalla compagnia ma, in alternativa, può essere scaricato online in formato PDF.

Le sezioni del CID

Il modulo CID è formato da alcune sezioni fondamentali:

  • I dati delle persone coinvolte;
  • Il luogo e la data dell’incidente;
  • La targa dei veicoli coinvolti;
  • La dinamica dell’incidente, cioè una breve spiegazione di come è accaduto il fatto;
  • La firma delle persone coinvolte nell’incidente;
  • L’indicazione dell’eventuale intervento degli Organi di polizia.

Quando tutti i campi sopra descritti vengono compilati correttamente le due parti si trovano d’accordo con quanto scritto, il modulo CID assume valore giuridico. Nel momento in cui i soggetti coinvolti concordano su responsabilità e andamento del sinistro, il rimborso da parte delle compagnie assicurative sarà più rapido.

L’indennizzo diretto

In alcuni casi può verificarsi che l’assicurazione in questione ritenga il sinistro fasullo o valuti che l’incidente si sia verificato in circostanze differenti da quelle descritte. In sostanza occorre tener conto del fatto che il modulo CID non vincola in alcun modo la compagnia assicurativa a garantire il rimborso.

Generalmente il responsabile dell’incidente stradale non avrà diritto ad alcun risarcimento dei danni riportati e la sua compagnia assicurativa dovrà procedere a pagare i danni causati a terzi, con conseguente aumento del premio Rca.

Qualora l’incidente si verifichi in Italia, tra non più di due veicoli italiani, si può procedere alla richiesta del risarcimento diretto: il danneggiato può chiedere il risarcimento direttamente alla propria compagnia di assicurazioni e non a quella dell’altro automobilista responsabile, abbreviando così procedure e tempistiche.

Per procedere alla denuncia di sinistro è sufficiente inoltrare un fax o una raccomandata a.r al proprio agente assicurativo di fiducia. Affidarsi alla figura di un professionista e quindi rivolgersi ad un avvocato può essere una prassi consigliabile nei casi in cui i costi della parcella siano poi sostenuti dalla compagnia di assicurazione.

/