Cos’è l’acne e come curare l’alimentazione

L’acne è uno dei problemi dermatologici più comuni tra gli adolescenti e i giovani adulti in tutto il mondo, e può essere molto snervante da affrontare. Scopriamo cos’è l’acne: l’acne non è altro che è una dermatosi infiammatoria della pelle che interessa il follicolo pilifero e la ghiandola sebacea annessa ed è caratterizzata dalla presenza di brufoli sul viso (99%), sul dorso (60%) e sul torace (15%).

È ormai considerata una vera e propria malattia cronica, a causa della sua durata, della grande frequenza di ricadute e dell’impatto psicosociale. L’acne si manifesta soprattutto negli adolescenti (il picco di incidenza della malattia è attorno ai 17 anni) e nei giovani adulti di razza bianca, mentre risulta poco diffusa nella razza nera e ancora meno nelle popolazioni orientali.

Quali sono le cause che provocano l’acne?

Le cause dell’acne possono essere:
• Ormonali
• Genetiche
• Iatrogene
• Ambientali
• Psicologiche
• Dietetiche
• Cosmetologiche

La causa principale dell’acne, tra tutte queste, è quella ormonale. Durante la pubertà, sia nei ragazzi che nelle ragazze, le ghiandole sebacee della cute, sollecitate dall’aumento degli ormoni sessuali maschili (testosterone, deidroepiandrosterone, androstenedione), rispondono con un aumento della quantità di sebo prodotto (seborrea).

Qual è il legame tra acne ed alimentazione?

Se la connessione tra l’alimentazione e l’acne non è del tutto chiara, alcuni indizi sembrano evidenziare che tagliare un po’ di calorie e dolci può aiutare. I ricercatori hanno pubblicato sull’American journal clinical nutrition un articolo dal quale emerge che limitare l’apporto di alimenti ad alto carico glicemico come il pane, i cracker, i dolci e le bevande gasate può ridurre l’emergere di questo disturbo tra i giovani adulti.

In uno studio controllato con metodi di distribuzione casuale, 43 giovani maschi di età compresa tra i 15 e i 25 anni affetti da acne hanno seguito due differenti diete, una a basso carico glicemico e una ricca di carboidrati per un periodo di 12 settimane, con controlli delle condizioni dell’acne ogni mese.

"alimentazione

Nelle conclusioni dello studio, il gruppo che si era alimentato con una dieta a basso tenore glicemico ha mostrato un maggior numero di casi di regresso dell’acne rispetto al gruppo di controllo, così come una migliore risposta all’insulina.

Queste scoperte hanno portato i ricercatori a suggerire che il picco glicemico nel sangue possa innalzare gli ormoni che stimolano la secrezione di grassi in eccesso, che possono indurre l’acne.

Un recente studio pubblicato dal Journal of the Academy of Nutricion and Dietetics ha preso in esame 27 ricerche su questo argomento concludendo che i dati sulle diete a basso carico glicemico sono il fattore più convincente a prova della relazione tra dieta e acne.

Rimedi naturali che possono debellare l’acne

Assolutamente si! La regina dei rimedi naturali contro l’acne è sicuramente l’Aloe Vera, grazie alla sua azione antinfiamamtoria e alle proprietà antisettiche e antibatteriche. Per scoprire come utilizzare al meglio l’Aloe contro questo disturbo, puoi leggere questo articolo dettagliato, proveniente dal sito Aloe Vera News, il nuovo portale di riferimento sull’Aloe!

Come al solito quindi anche in questo caso è possibile ed anche indicati cercare di debellare l’acne in maniera naturale, specie in quei casi dove si riscontrano forme lievi e manifestazioni non esagerate del problema della pelle.

Se avete bisogno di avere maggiori informazioni sull’argomento dite pure la vostra con un commento, e fateci sapere quali sono i vostri dubbi o esperienze in merito!

/