STORYGRANT.IT

Dal Perù a Rodiola.it: gli ottimi benefici della maca

Rodiola.it, erboristeria online, vende capsule ed integratori di un portentoso integratore peruviano: la maca. Una breve guida sui suoi benefici ed usi.

La maca è una radice famosissima in Perù per le sue proprietà afrodisiache, per aumentare il vigore sessuale e, si crede, per aiutare a contrastare l’infertilità. Non è altrettanto diffusa in Italia, ma sta iniziando ad essere conosciuta soprattutto tra quegli uomini che vogliono trovare un rinvigorente sessuale naturale. Tuttavia, è bene fare chiarezza e dire che la maca ha delle ottime proprietà e fornisce ottimi benefici anche alle donne, andando ad agire su alcuni disturbi specifici Ad esempio, aiuta a contrastare l’osteoporosi, una delle malattie che insorgono con l’arrivo della menopausa, perché è ricca di calcio, ferro e zinco. Proprio gli sbalzi di umore tipici di questo periodo possono essere tenuti sotto controllo grazie a questo aiuto della natura.

Nel dettaglio, la radice di maca si compone per il 60% di carboidrati, mentre il resto è composto da proteine (10%), fibre (9%) e grassi (2%), essenzialmente insaturi. La maca abbonda anche di vitamine, soprattutto quelle del gruppo C, B ed E.

Ma come si utilizza questo rimedio? In Perù è possibile consumarlo sia fresco che secco, oppure può essere ridotta in farina e quindi usata in molteplici modi, aggiungendola, ad esempio, all’impasto dei dolci. Solitamente da noi è possibile trovarla più facilmente sotto forma di capsule o integratori, reperibili nelle parafarmacie od erboristerie. Rodiola.it è un’erboristeria online che fornisce capsule di maca, oltre a chiare indicazioni sul dosaggio, l’uso e gli effetti che ha. È possibile far sciogliere le capsule nelle bevande o nello yogurt, per avere un boost di energie e benefici già dalla prima colazione.

Bisogna, comunque, considerare che la maca potrebbe scatenare allergie, in quanto, come molte sostanze naturali, vi sono alcune persone che non la tollerano. In generale, non è indicato assumerla quando si è in gravidanza o si sta allattando, e quando si soffre di disturbi alla tiroide, in quanto altera i livelli ormonali. Ad ogni modo, esistono delle controindicazioni che potrebbero insorgere a prescindere da un’intolleranza. Tra gli effetti collaterali più frequenti vi sono il mal di testa, l’insonnia, la nausea, i bruciori di stomaco e l’acne. Se si sta seguendo una particolare cura farmacologica è comunque consigliabile consultare un medico, onde evitare l’insorgere di spiacevoli controindicazioni.

Exit mobile version