Giacche da moto: un capo sempre sulla cresta dell’onda

Aveva iniziato James Dean, il bello e dannato per eccellenza, a sdoganare la giacca di pelle da moto e a farsi immortalare in scatti che più glamour non si può, naturalmente in sella alla sua moto Triumph Trophy. Nel leggendario film Rebel without a cause, tradotto in italiano come Gioventù Bruciata, l’attore indossa la giacca di pelle rossa diventata presto celebre e richiestissima. Fuori dal set, James Dean amava indossare anche le giacche da moto vere e proprie, rigorosamente di pelle.

Lo stile che tanto si addiceva alla giovane star era quello, un po’ trasandato ma in realtà ricercato e sexy, del “bel tenebroso”: uno stile che fu ancora più emulato dopo la tragica morte di James Dean, a soli 23 anni. Il mito divenne eterno e con esso il look che lo accompagnava.

Le giacche da moto di pelle però hanno avuto anche un altro testimonial di eccezione, sempre di stampo hollywoodiano: Marlon Brando. Il camaleontico attore infatti, nel film Il Selvaggio (The Wilde One) è in versione motociclista e se il personaggio entrò nell’immaginario collettivo, il merito è anche di quel look tenebroso e venato di mistero.

Dalla pellicola al vinile: ci si sono messi anche le rockstar ad accrescere il fascino delle giacche di pelle, da moto e non, da Jim Morrison ai Ramones, passando per David Bowie.

Oggi la giacca da pelle di moto continua a essere un must per l’abbigliamento casual. Comoda, vestibile, stilosa e adatta a tante occasioni diverse, questo capo di abbigliamento non è più solo appannaggio dei biker duri e puri, ma è amato da tutti per la versatilità e per l’allure inconfondibile che riesce a evocare.

Chi vuole un outfit sportivo e comodo, senza rinunciare allo stile, non può fare a meno di una giacca da moto di pelle nel proprio armadio. Per essere certi di ottenere un buon prodotto, basta affidarsi a uno store on line specializzato.

La scelta che potete trovare nell’abbigliamento moto è vastissima: ci sono modelli nostalgici degli anni ‘70, con imbottiture trapuntate sulle maniche, oppure quelli vintage, trattati per avere un aspetto perfettamente invecchiato. C’è chi predilige la foggia più aderente, chi quella più abbondante; se molti non si discostano mai dai modelli classici, altri invece preferiscono osare, acquistando capi dai colori sgargianti e dal taglio più contemporaneo.

Diversi capi hanno l’imbottitura termica amovibile, in modo da adattare la giacca alle varie stagioni. La sicurezza per chi va in moto è affidata alle protezioni omologate e amovibili per spalle e gomiti, senza dimenticare la predisposizione posteriore per inserire una protezione per la schiena. I più esigenti possono trovare anche prodotti molto esclusivi, ispirati allo stile “cafè racer”, quello dell’omonima motocicletta dall’aspetto sportivo e vagamente rétro.

E non crediate che le giacche da moto siano cercate solo dai signori uomini: anche le signore sono delle potenziali acquirenti, sia tra le cosiddette centaure, che sono in aumento, sia tra tutte le donne che desiderano semplicemente uno stile un po’ più aggressivo… ma con eleganza.