Come tagliare e installare le strisce led

Le strisce led sono una vera innovazione in tema di illuminazione sia casalinga sia pubblica, non è raro infatti vedere vetrine e locali illuminati e decorati con strisce led. Le strisce led, note anche con il nome di strip led, sono composte da una fila di chip led saldati su una piastra in rame, flessibile e dotata di un nastro adesivo sottostante per la sua applicazione.
Il numero di chip led che compongono una fila variano a seconda della quantità di luce di cui si ha bisogno.
Ci sono, poi, anche molteplici componenti elettronici impegnati per garantire un’ottima efficienza e durata.
Generalmente, le strisce led, sono vendute in bobine e a metraggio per consentirne l’utilizzo e l’installazione desiderata.

I vantaggi dell’utilizzo delle strisce led sono:
– La lunga durata, come tutti i prodotti led durano fino a 50.000 ore di utilizzo).
– Sicurezza, perché vengono alimentate a bassa tensione.
– Consumi ridotti.
– Ne esistono anche in versioni resistente all’acqua.
– Colorazione, è possibile scegliere tra luce bianca calda o fredda o strisce colorate rgb.

Le strisce led sono molto versatili e pratiche da montare, e si prestano per un’applicazione fai da te.

Tagliare le strisce led

Le strisce led non vanno tagliate a caso. Una volta srotolato il nastro di striscia si potranno nettamente notare i chip led saldati sulla piastra e dei segni che indicano il punto preciso dove si può procedere al taglio (solitamente ogni 5 cm).
Procedere al taglio adoperando una forbice adatta per tagliare fili elettrici e tagliare con estrema precisione.
Una volta effettuato il taglio si potrà utilizzare solo uno dei pezzi ottenuti, per la presenza dei fili di uscita che ne consentono il collegamento al connettore.
Per utilizzare anche il pezzo avanzante occorrerà munirsi di ulteriore connettore.

Collegare e montare le strisce led

La striscia led deve essere collegata ad un trasformatore di corrente da 220 a 12 volt con l’utilizzo di due fili.
Nell’effettuare il collegamento dovranno essere rispettate le polarità sia negativa che positiva presenti sulla striscia.
I pezzi di striscia vanno, invece, collegati tra loro con una saldatura a stagno in modo tale da ottenere strisce di varie lunghezze da adattare ad ogni esigenza.
Per collegare la striscia all’impianto elettrico generale occorrerà collegare un interruttore a quello già presente nell’impianto generale attraverso un ponte con filo blu e, per permettere l’accensione e lo spegnimento della striscia led, si dovrà collegare all’interruttore anche il filo marrone.

L’importanza dei profili in alluminio

Per ovviare al problema della dissipazione del calore delle strisce sulla superficie sulla quale vengono montate è altamente consigliato usare dei profili in alluminio per strisce led.
L’alluminio, infatti, è un materiale che dissipa molto bene il calore e garantisce una maggiore durata ed efficienza della striscia led, proteggendola anche da urti o agenti atmosferici esterni.
I profili led in alluminio sono delle pratiche barre in alluminio nelle quali vengono inserite le strisce led mediante un apposito adesivo presente nel retro della striscia stessa.
Esistono vari tipi di profili led in alluminio di diverse forme e dimensioni adattabili ad ogni tipologia di utilizzo, in base alle esigenze di installazione. Si può spaziare dai profili angolari, a quelli da incasso o ancora calpestabili o piatti.

Credits immagine: By Dmitry G (Own work) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0) or GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html)], via Wikimedia Commons).