Robby Moto, la progettazione ingegneristica diventa arte

Dalla provincia di Cremona agli scenari internazionali: questa è la parabola vincente della Robby Moto, l’azienda fondata da Roberto Papetti che si contraddistingue nel campo della progettazione e realizzazione di componenti per motociclette, apprezzati da appassionati e dalle grandi case produttrici.

Alberi a camme, impugnature per semimanubri, kit completo per comando gas rapido, varie tipologie di pedane, piastre forcella superiori, tappi serbatoio benzina, piastre di sterzo, cavalletti: sfogliando il ricco catalogo proposto da OmniaRacing, questi sono solo alcuni dei componenti realizzati dalla Robby Moto Engineering, la società nata in provincia di Cremona che quest’anno festeggia i 20 anni di attività, nei quali ha saputo ritagliarsi uno spazio importante a livello internazionale nel settore della produzione di parti speciali aftermarket per le moto, rivolta in prevalenza alla categoria delle sportive e supersportive.

Le origini. Anche se il fondatore Roberto Papetti aveva iniziato a muovere i primi passi già sul finire degli anni ’80, è nel 1996 che fonda la Robby Moto Engineering, dando il via alla progettazione e alla produzione di parti speciali in ergal, la particolare lega di Alluminio 7075 che offre la migliore resistenza meccanica rispetto alle altre, destinate a ogni tipo di moto. Sin dagli esordi, l’azienda punta decisamente sulla qualità e sull’attenzione ai dettagli, come testimonia la scelta di dotarsi di attrezzature sempre più sofisticate e tecniche all’avanguardia, oltre che di adibire ben due sale come banco prova motori, dove verificare passo dopo passo la messa a punto e la potenza delle creazioni. E, non a caso, quando nel 2005 si inaugura la nuova struttura a Casalmaggiore, viene studiata anche una officina più ampia e maggiormente attrezzata per tutte le fasi della produzione, dallo studio alla progettazione fino allo sviluppo degli accessori e dei componenti meccanici.

Le parole chiave. È lo stesso Roberto Papetti a definire con tre aggettivi le caratteristiche della linea di prodotti Robby Moto: eleganti, perché come detto l’azienda non trascura l’aspetto estetico, e anzi bada molto alla valorizzazione della moto su cui andrà montato il pezzo; aggressivi, perché consentono di migliorare le prestazioni e hanno un’anima molto sportiva e grintosa, che deriva anche dall’esperienza maturata sulle piste; infine leggeri, grazie all’utilizzo di materiali di prima qualità che consentono un risparmio sul peso finale, garantendo però durata e prestazioni.

Le scelte a disposizione. In questi anni, dunque, la Robby Moto si è fatta strada, avviando particolari collaborazioni con alcune delle principali case motociclistiche, come Yamaha, Suzuki, Honda, Kawasaki, Ducati, Aprilia, Triumph e Benelli, e mettendo a disposizione degli appassionati di due ruote una larga schiera di possibilità per personalizzare le moto sotto ogni aspetto, senza rinunciare al fondamentale senso estetico. il punto di partenza è stata la produzione di pedane arretrate, che oggi è declinata in tre classi principali: le pedane in ergal modello standard sono ricavate dal pieno e permettono di assumere una posizione di guida più alta e arretrata, adatta a un uso più sportivo della moto e a una più veloce e precisa azione durante il cambio; quelle invece modello sport si differenziano per gli eccentrici regolabili, che offrono la possibilità di ruotare completamente, a 360°, l’asse dei poggiapiedi e dei puntalini delle leve, in modo da adattarsi a ogni tipo di esigenza di posizione alla guida. La terza opzione, infine, è quella rappresentata dalle innovative pedane arretrate, contraddistinte da un sistema a 4 regolazioni differenti e dai puntalini leve cambio e freno pieghevoli.

Applicazione pratica. Sono 17 in totale le categorie di prodotto in cui si declinano gli accessori Robby Moto, sulle quali sono impegnati numerosi tecnici specializzati, organizzati su ben 6 differenti centri di lavoro; tra le parti più ricercate ci sono gli alberi a camme, frutto della lunga esperienza dell’azienda anche nel comparto di preparazione dei motori. Questi componenti vengono studiati, progettati e testati in funzione delle specifiche caratteristiche della moto, e presentano profili SS e SBK.