Come scegliere la porta blindata più adeguata

Come scegliere la porta blindata adatta? Realizzate con materiali diversi e tutta una serie di accorgimenti, che le rendono inattaccabili, le porte, al pari dei portoni blindati, rendono sicure le nostre abitazioni, l’ufficio ma anche gli esercizi commerciali dai tentativi di scasso.

Il mercato in fatto di vendita porte e portoni blindati propone un’ampia scelta, permettendoci di optare per la soluzione che meglio si adatta al gusto personale e alle esigenze. Un ventaglio di proposte, a partire dai materiali, ci consente di scegliere fra porte blindate in legno,  portoni blindati in pvc, fra porte blindate in ferro battuto e portoni blindati in alluminio.

La porta blindata: fattura e installazione

Bisogna sapere che anche la porta blindata più economica, al pari dei più preziosi portoni in legno massello, deve essere realizzata seguendo norme specifiche, ed avere in dotazione tutta una serie di elementi base fra cui non devono mancare, fra gli altri, telaio e contro telaio, zanche incassate nella muratura, lamiere in acciaio fissate esternamente ed internamente, cilindro ed aste di sicurezza, montanti di rinforzo.

L’installazione di portoni blindati per esterno, così come quella per porte blindate per interno, deve essere eseguita a regola d’arte, seguendo una serie di operazioni ben precise. Si parte con il fissare il telaio al muro, inglobando la struttura al punto tale da farla diventare parte integrante della parete.

Al bordo del telaio vengono saldate le zanche in acciaio, inserite nel muro ad una profondità di 10-15 centimetri, e poi assicurate al muro grazie all’uso di cemento a presa rapida. Prima di compiere le operazioni preliminari è bene osservare con attenzione il muro sul quale verrà posizionata la porta blindata. E’ assolutamente necessario che la parete sia robusta e rinforzata anch’essa, in modo da evitare brutte sorprese.

In caso contrario è bene porre intorno all’apertura della porta una rete metallica, da inserirsi nella muratura preesistente almeno per un metro lineare su tutti e tre i lati, che fanno da cornice all’infisso. Per un lavoro più veloce è possibile ricorrere all’uso di prodotti da iniettarsi nella parete, miscele specifiche in grado di rinforzare il muro.

Nel caso in cui si decida di far installare una porta blindata, e la casa è ancora in costruzione, è bene accordarsi con la ditta edile perché sistemi già da subito rinforzi alla parete dove verrà posto l’infisso blindato.

Le prove di resistenza della porta blindata

Che si tratti di una porta blindata più economica o portoni blindati fuori misura, per tutti, deve essere stabilita la classe di appartenenza, sottoponendo l’infisso a tre tipi di prove, in perfetta linea con le norme europee che stabiliscono la:

  • resistenza al carico statico
  • resistenza al carico dinamico
  • resistenza all’attacco manuale

Queste prove ci possono far capire come effettivamente quindi è possible risparmiare sulla porta blindata, facendo attenzione ai due fattori più importanti: resistenza e installazione. Certamente lo stile, la marca e i materiali di pregio poi, possono diventare quindi un fattore secondario, da tenere in considerazione solo per la giusta estetica che deve esserci nella stanza dove verrà installata la nostra porta. Con un po’ di buon gusto però sicuramente riuscirete a risparmiare e mettere in sicurezza la vostra casa.