Come riparare un frigorifero: problemi comuni

Riparare un frigorifero può significare risparmiare soldi! Per questo ecco alcune "dritte" utili alla risoluzione dei problemi più comuni che possono capitare al nostro elettrodomestico. Naturalmente prima di cominciare a vedere insieme queste soluzioni casalinghe, dicciamo subito che non ci vogliamo sostituire ad un’assistenza, ma piuttosto dare dei consigli su come poter ovviare a problemi comuni risolvibili in casa.

Riparare un frigorifero: un primo controllo

Se pensiamo che in nostro frigorifero non funzioni bene, per prima cosa bisogna guardare il cavo di alimentazione e la sua spina. Potrà sembrare una cosa stupida, ma se il cavo di alimentazione non è attaccato alla corrente, di sicuro il frigorifero non funzionerà... La cosa seguente è controllare la spina del cavo suddetto, se ci sono difetti,anche qui il nostro elettrodomestico non potrà raffreddare nulla. Altre azioni preliminari da fare sono verificare i fusibili, tramite un tester si verifica se la presa di corrente funzioni come dovrebbe.

Riparare un frigo: posizione e altri controlli

Il frigorifero non dovrebbe essere piazzato proprio contro il muro, ma ci dovrebbero essere almeno una decina di centimetri tra l’apparecchio e la parete, questo perché generalmente i frigoriferi hanno le loro bobine nella parte posteriore, e se troppo vicino al muro queste potrebbero non funzionare come si deve.

Altra cosa da controllare, bisogna verificare il corretto funzionamento della lampadina interna e dell’interruttore relativo, se questa non si accende quando si apre il frigorifero i problemi sono riscontrabili o nella macchina stessa o nella lampadina. Esiste anche la possibilità opposta, cioè che la lampadina non si spenga e questo comporta altri tipo di problematiche, tipo il raffreddamento. Nel caso in cui la lampadina non si accenda dovrebbe bastare cambiarla, nel caso in cui la difficoltà persista in uno dei due casi suddetti, bisognerà agire sull’interruttore.

Riparare un frigorifero: atri problemi comuni

Altra possibile "magagna" riguarda la temperatura interna del frigo, che può essere o più fredda del normale o più calda del normale, i cibi all’interno saranno una prova di quale è il caso. In questo caso la mossa da intraprendere è semplice, bisogna regolare il termostato o in una posizione più alta o più bassa a seconda del caso.

Se quanto sopra non porta a risultati il problema potrebbe stare nel condensatore o nella ventola. In questo caso bisognerebbe toglierli dal frigo e ripulire il suo interno, in seguito pulire i due elementi suddetti con acqua e sapone.

Passo ulteriore è sbrinare il nostro frigo, nonostante certi tipi abbiano lo sbrinamento automatico, non tutti hanno questa funzione, quindi bisognerà attuarla a mano.

Bisogna togliere gli elementi presenti nel frigo, e nel reparto ghiaccio, spegnerlo e lasciarlo aperto sino alla scomparsa del ghiaccio e poi asciugare l’acqua rimanente al suo interno. Poi lo si riaccende a temperatura media e si vede dopo un tot di ore se adesso la temperatura è quella giusta.

Come si può vedere tutte queste azioni si possono fare senza dover chiamare l’assistenza elettrodomestici, ovunque voi siate , Bari, Roma o Milano, così come per assistenza qualificata frigoriferi a Torino, i primi controlli da effettuare non variano, e potete farli voi stessi. Se però il frigorifero continua a non funzionare, chiamare il tecnico è l amigliore soluzione per evitare ulteriori danni all’elettrodomestico, una giusta assistenza al nostro elettrodomestico ci può far risparmiare denaro in molti casi.