I migliori mutui dell’estate 2016: si avvia la ripresa del mercato immobiliare?

I dati circa il trend registrato dal mercato immobiliare indicano una potenziale ripresa delle compravendite di immobili. Nonostante il quadro che sembra tingersi di positivo, la scelta più conveniente rimane anche per l’estate 2016 legata ai mutui a tasso variabile. Tuttavia gli italiani si sentono più sicuri con un mutuo dal tasso fisso, che non prevede le influenze delle oscillazioni del mercato.

Lo scenario infatti rischia di mutare davvero in fretta, visto il periodo che stiamo attraversando e in seguito all’uscita dell’Inghilterra dall’UE, per cui, se si ha intenzione di accendere un mutuo, bisogna analizzare l’offerta migliore.

Quale scegliere?

Le offerte migliori sui mutui fino a luglio sono quelle proposte dal mutuo YouBanking Premium a Tasso Variabile proposto dal Banco Popolare: chi effettua la richiesta entro il 31 luglio e stipula il contratto entro il 30 settembre può godere di un importo finanziabile fino all’80%. Le rate prevedono un rimborso che può durare dai 10 fino ai 30 anni. Il tasso è variabile ed ammonta allo 0,95% per mutui accesi per massimo 10 anni, oppure è dell’1,05% se la durata delle rate è di 15 anni al massimo, oppure è dell’1,15% per mutui della durata di 25 anni. Se si supera questo periodo di tempo il tasso ammonta all’1,55%.

Due banche che propongono tasso sia fisso che variabile sono la Mediolanum e Intesa Sanpaolo: la prima offre il Mutuo Freedom. Esso può essere sia a tasso che variabile: ad esempio si può optare per un mutuo a tasso e spread variabili, che portano al calo dello spread non appena l’indice di riferimento Euribor 365 a 3 mesi aumenta. In questo modo la rata mensile si abbassa. Vi è poi il mutuo a tasso variabile e rata costanti, soggetto alle oscillazioni dei tassi per la durata ma non per il valore della rata.

Vi è infine un’opzione a tasso misto. Invece Intesa Sanpaolo propone le offerte Domus sia a tasso variabile che a tasso fisso. Il mutuo a tasso fisso può essere concesso al 100% e garantisce sino al 95% del valore dell’immobile per acquisto di una prima casa, purchè il suo costo non superi i 300.000 euro e purchè il soggetto abbia al massimo 35 anni.

I tassi d’interesse sono attualmente davvero convenienti  e lo resteranno per i prossimi anni., tuttavia la formula del tasso variabile resta in ogni caso il più conveniente, soprattutto se si può estinguere in 10