Cos’è la domotica? Vantaggi dell’innovazione tecnologica in casa

Cos’è la domotica? La parola d’ordine nelle innovazioni tecnologiche di questi ultimi anni è integrazione tra apparecchi: è così che nasce la domotica, la scienza che consente di avere una casa intelligente, che segue le nostre indicazioni.

Funzionalità, sicurezza, integrazione e, non ultimo, il risparmio: sono queste le quattro parole chiave che possono descrivere le caratteristiche della domotica, la nuova frontiera dell’innovazione tecnologica per le nostre case. Eppure, stando a un recente sondaggio, gli italiani non sembrano ancora del tutto convinti delle potenzialità della scienza, al punto che solo un intervistato su dieci si dice pronto a rendere la propria casa più "smart".

Il costo della domotica

Uno dei problemi di fondo resta, almeno nella percezione comunque, quello dell’investimento economico iniziale, che spaventa le persone e mette in secondo piano i vantaggi della casa intelligente. Eppure, basterebbe pensare al ritorno in termini di riduzioni di consumi e di praticità per convincersi a questo passo: grazie alle nuove tecnologie integrate, infatti, è possibile mettere in rete quasi tutti gli apparecchi domestici, facendoli "dialogare" tra loro, azionandoli e avviando funzioni programmate anche da remoto, oppure lasciano la piena autonomia alla macchina. È questo il nuovo standard della tecnologia, che è riuscita a sviluppare processi di automazione innovativi, che possono gestire allo stesso tempo sia l’alimentazione che lo scambio di informazioni tra i vari dispositivi.

Un frigorifero che legge le scadenze

Una delle ultime notizie riguardanti il futuro (neppure troppo remoto) degli elettrodomestici annuncia la realizzazione di un frigorifero davvero speciale che, grazie a specifici nanosensori – che sono capaci di trasformare l’energia elettromagnetica in altre forme di energia – è addirittura in grado di leggere, attraverso un display, date di scadenza dei prodotti attraverso delle etichette magnetiche, inviando una notifica allo smartphone del padrone di casa per avvertirlo dell’imminente evento e della necessità di affrettarsi a consumare quel prodotto.

Un piccolo strumento. Anche questi sensori possono essere catalogati nell’ampio novero di attuatori, ovvero gli speciali meccanismi che consentono di ricevere input dei vari comandi e trasformarli in segnali di ritorno, consentendo l’attivazione del processo richiesto o impostato dall’utente. Elementi del genere sono già all’opera in molti altri dispositivi della nostra vita quotidiana, come i computer, le automobili, gli auricolari per ascoltare la musica, la bilancia da cucina, le automobili, ma anche all’interno delle lavorazioni industriali (per rilevare, ad esempio, la presenza di materiale non corrispondente nella catena di assemblaggio di prodotti dolciari).

La domotica "parla italiano"

Insomma, sono questi piccoli pezzi che consentono di realizzare i principali processi di automazione che vediamo all’opera ogni giorno anche nelle case meno smart; difatti, sul portale dell’azienda del Gruppo Frigerio, società attiva da oltre mezzo secolo negli ambiti dell’utensileria meccanica e dei componenti di automazione industriale, è possibile visualizzare un’estesa linea di attuatori pneumatici, adatti a ogni tipo di scopo e meccanismo.

Come detto, il principio di base del funzionamento è abbastanza semplice e intuitivo: attraverso la spinta energetica dell’aria compressa, che funge da vettore di energia, questo dispositivo è in grado di azionare un impulso meccanico che genera, a sua volta, l’esecuzione di uno specifico comando, senza che sia necessario ricorrere ad altre componenti, come fluidi o altre parti meccaniche, e con ulteriori vantaggi per quanto riguarda gli aspetti della pulizia delle componenti, antideflagranza, innocuità e resistenza alle variazioni di temperatura.

In commercio sono disponibili differenti gamme di attuatori pneumatici, così da soddisfare ogni tipo di richiesta: da quelli lineari a quelli guidati, che possono essere senza stelo e rotanti, e poi ancora pinze pneumatiche e accessori come regolatori di flusso per cilindri e deceleratori idraulici. In ogni caso, non cambiano le caratteristiche di base, e soprattutto la possibilità di utilizzare uno strumento che garantisce resistenza, sicurezza, semplicità, rapidità e convenienza economica.

Questi strumenti e nanosensori sono la base per costruire elettrodomestici utili a trasformare la nostra casa attraverso una meccanica di avanguardia e una tecnologia moderna. La domotica quindi è il futuro degli ambienti dove viviamo, presto le nostre case diventeranno tutte un luogo più "smart".