La Morte nei Tarocchi

La Morte nei Tarocchi ha un significato oscuro e negativo associato alla perdita di qualcosa o qualcuno che ci sta molto a cuore. Esso incarna il significato di distruzione e disfacimento di alcune certezze che avevamo costruito faticosamente nella nostra vita. La Morte demolisce in un colpo solo le buone speranze e le attese positive.

Questa distruzione improvvisa e svantaggiosa ci spinge a considerare la possibilità di dover ancora cambiare pelle. Infatti tale carta appare proprio nella lettura di quegli individui che hanno recentemente ricostruito la loro vita, laddove la Morte indica che quella strada scelta è solo un’illusione e che il vero cambiamento ancora deve arrivare. La Morte viene rappresentato attraverso l’immagine classica di uno scheletro che però nei Tarocchi indossa un’armatura e si trova sopra di un cavallo bianco.

Questa raffigurazione è molto particolare e spinge l’interlocutore a trarre da ogni disgrazia un insegnamento che gli consentirà di affrontare con speranza e ottimismo le sfide della vita. Lo scheletro ha un’armatura dunque la sua vita non è finita ed egli sa di dover combattere altre battaglie per le quali appare pronto e deciso. Particolarmente interessante è la figura del sacerdote  che si trova affianco a lui insieme a due bambini mentre sotto il cavallo si può scorgere il corpo senza vita di un re che ha perso la corona.

Questa raffigurazione indica che presto ci sarà un cambio vero e proprio nell’assetto politico di quel regno con la benedizione di un sacerdote e quindi traslando il suo significato nella quotidianità, la Morte è la celebrazione di un cambiamento sofferto ma necessario. Se la carta sarà rovesciata allora vuol dire che quel  cambiamento non porterà giovamento e vantaggio ma solo sofferenza e malinconia. Insomma la persona interessata non sarà in grado di trasformare in qualcosa di positivo la sua disgrazia.

Fonte: http://smorfianapoletana.org/

/