come pubblicare un libro in self publishing

Come fare per pubblicare un libro in self-publishing

Forse anche tu sei una di quelle persone che sogna di pubblicare un libro. I motivi sono tanti. Passione per la scrittura, desiderio di raccontare una storia, voglia di apparire tra gli ultimi e vedere il proprio nome spopolare sul web, tra commenti, recensioni e qualche critica (queste ci sono sempre!).

Pubblicare un libro in self publishing

 
Qualsiasi sia il motivo per cui sogni di pubblicare un libro, devi sapere che puoi scegliere tra due differenti strade. Da una parte puoi rivolgerti a un editore e lasciare che sia lui ad occuparsi della distribuzione. Dall’altra parte invece, puoi scegliere il self-publishing, detto in italiano, auto pubblicare il tuo libro diventandone tu stesso l’editore.
 
Pubblicare un libro in self-publishing ha i suoi pro e i suoi contro. Li vedremo dopo, intanto voglio spiegarti come puoi auto pubblicare la tua ultima creazione senza dover attendere neanche un attimo (forse giusto il tempo di una revisione prima di darlo in pasto ai lettori!).
 

Come faccio a pubblicare un libro in self-publishing?

 
Chiariamo subito che pubblicare un libro non significa sfondare nel campo dell’editoria dall’oggi al domani. Il libro può piacere come no, è comunque un esperienza e il confronto con un gruppo di lettori (anche se piccolo) ti aiuterà tantissimo. Quindi prendi coraggio e diventa un self-publisher.
 

  • Devi trovare chi distribuirà il tuo libro. Non si tratta di un editore o di una casa editrice, ma di una piattaforma di self-publishing che ti permetterà di caricare il tuo libro, decidere il prezzo,  la copertina ecc.
  • Non affidarti alla prima piattaforma che ti promette grandi risultati. Purtroppo di ciarlatani il mondo è pieno. La prima cosa che devi constatare è che svolga veramente il servizio di self-publishing. Spesso potresti imbatterti in una casa editrice finge di offrire questo servizio, in realtà agisce per vie “leggermente diverse”.

 

  • Il servizio fasullo ti chiede di fare un investimento per pubblicizzare e pubblicare il tuo testo, acquistando magari un numero di testi a prezzo scontato, da rivendere poi agli amici e i parenti a prezzo pieno. Non accettare!  In realtà questo è il loro modo per pararsi da un eventuale fiasco. Almeno qualcuno si è acquistato 100-200 copie ed ha pure provveduto alle spese che ci sono dietro!
  • Il Vero servizio di self-publishing, quello che ti consente di pubblicare un libro in totale autonomia, l’unico investimento che ti chiederà è quello indispensabile per acquistare a pochi euro il codice ISBN. Dopo, guadagnerà certo, ma solo in percentuale alle copie realmente vendute.
  • Una volta che hai individuato i servizi migliori dovrai scegliere quello che fa a caso tuo in base alle percentuali di guadagno, il modo di organizzare il lavoro ecc. Quando hai trovato quello che ti soddisfa registrati, inserisci il tuo manoscritto nel formato richiesto (solitamente il PDF va bene) e lancialo online!

 
Prima però ti ho parlato di aspetti positivi e negativi nel pubblicare un libro in self-publishing. è il momento di analizzarli.
 

Aspetti positivi del self-publishing

 

  1. Non devi attendere che un editore ti risponda. Spesso passano anche dei mesi per scoprire che hai solo ricevuto porte in faccia.
  2. Puoi pubblicare il tuo libro in qualsiasi momento, in totale autonomia.
  3. Scegli tu la piattaforma da utilizzare per la vendita.
  4. Hai la possibilità di farti notare da editori più grandi che potrebbero interessarsi a te.

 

Aspetti negativi del self-publishing

 

  1. Pubblicare il libro non basta. Dovrai rimboccarti le maniche sul serio se desideri che qualcuno arrivi almeno a leggerlo il tuo libro. Dovrai fare pubblicità online tramite banner, partecipando ai forum a tema, tenendo un blog personale dove parli di te e del tuo libro. Dovrai spargere la voce offline, magari con qualche cartellone pubblicitario in vecchio stile.
  2. Rischi che il tuo libro non venga neanche notato tra le centinaia di copie pubblicate ogni giorno su queste piattaforme.
  3. Nessuno si preoccuperà del tuo libro se non lo fai tu. Un editore serio invece si preoccupa di promuovere il testo e il suo autore, è nei suoi interessi.

 
Voglio concludere dicendo una cosa secondo me molto importante, ma troppo spesso trascurata. Se vuoi pubblicare un libro attraverso il self-publishing deve ugualmente essere di ottima qualità. Niente errori grammaticali, niente contraddizioni su personaggi e luoghi. Notizie accurate e delle quali ti sei accertato. Se il libro è imperfetto e scritto male, il passa parola ci sarà, ma non nella forma in cui tu vorresti.