come-risolvere-errore-ea-caldaie-junkers

Come fare a risolvere l’errore “EA” delle caldaie Junkers

La caldaie Junkers, si distinguono nel mondo dei riscaldamenti per la loro elevata affidabilità. Molto difficilmente troverete una caldaia Junkers che si rompe per cause proprie (tranne casi eccezionali). Gli unici motivi per cui la maggior parte delle caldaie Junkers si guastano sono a causa di un innalzamento improvviso della tensione dell’alimentazione (la classica scarica di fulmine durante un forte temporale), il calcare (dovuto ad un’acqua troppo dura) e le mancate manutenzioni annuali. In quest’ultimo caso è più probabile che si tratti di un blocco piuttosto che di un guasto.

Qui parliamo del terzo caso e di come risolvere uno dei blocchi più comuni che si identifica con il codice errore EA su caldaie Junkers “Cerastar” da 24 kW, uno dei modelli più venduti dalla casa tedesca di matrice Bosch.

Il metodo per risolvere questo blocco ci viene suggerito direttamente da Renato, un tecnico di Roma specializzato, in .

La raccomandazione che ci sentiamo di dare caldamente invece è quella di non mettervi all’opera se non siete pratici di caldaie e, se invece vi ritenete tali, di ricordarvi di staccare la corrente prima di procedere. Non ci assumiamo la responsabilità per quanto farete e per tutte le possibili conseguenze.

Come Risolvere il problema EA

Fatto questo doveroso preambolo, andiamo ad esaminare come si può risolvere il blocco della caldaia Junkers il cui codice errore è EA.
Questa segnalazione è dovuta a sporcizia nella caldaia e si manifesta attraverso una serie di blocchi ravvicinati ogni pochi minuti. Se la vostra caldaia Junkers è sporca è a causa della mancata manutenzione ordinaria annuale o della trascuratezza del tecnico a cui vi affidate di solito per il check-up. Escludiamo quindi a priori che si tratti di un guasto di qualche componente della caldaia Junkers.

Armiamoci di giravite e togliamo il coperchio della caldaia. Poi apriamo la camera dove ci sono il bruciatore e lo scambiatore. Andiamo ad esaminare le puntine di accensione e, se opache o ossidate, puliamole con delicatezza con un pezzo di carta abrasiva finissima.

Controlliamo la ventola che troveremmo sicuramente sporca. Puliamola per bene eliminando lo sporco. Se trovate altri elementi sporchi puliteli e infine abbiate cura di aspirare tutto il residuo con un aspirapolvere. A questo punto chiudete e accendete la caldaia senza avviare i riscaldamenti. Procedete con lo spurgo dei termosifoni e infine provate ad aprire l’acqua calda. Se avete pulito bene il tutto, la vostra caldaia Junkers non dovrebbe più andare in blocco.

Attenzione, questa è la soluzione più comune all’errore EA. Se trovate invece lo scambiatore pieno di calcare è un’altro paio di maniche e si può risolvere diversamente senza andare a comprarne uno nuovo. Basta infatti immergerlo in un contenitore abbastanza grande contenete acqua e viacal e lasciarlo 24 ore a mollo. Poi riprendetelo, asciugatelo ed eliminate i residui di calcare che sono rimasti. Se fate un lavoro certosino, lo scambiatore della vostra caldaia Junkers tornerà a brillare come nuovo e pronto a ricominciare a fare il suo dovere.

Nel caso lo scambiatore si sia bucato a causa del calcare li non potete farci nulla. Lo scambiatore non si può saldare e deve essere per forza sostituito.

Leggi articolo precedente:
a che serve la pulizia dei denti
L’importanza di una pulizia dei denti approfondita

Eseguire un’approfondita pulizia dei denti di routine, è una delle cose migliori che si possa fare per la propria salute. L’uso del filo interdentale, può essere una seccatura ma è veramente importante per mantenere...

Chiudi