etichette-abbigliamento

Utilità e funzione delle etichette per l’abbigliamento

Le etichette per l’abbigliamento sono un particolare tipo di etichetta, e come tale, riporta informazioni che si riferiscono al capo acquistato. Le etichette abbigliamento, chiamati anche pendagli, sono legati all’indumento per mezzo di un cordoncino piuttosto che cuciti insieme o applicati tramite calore.

Questa etichetta, è di solito la prima cosa che è osservata per comprendere cosa si sta acquistando, la marca dell’azienda, i materiali usati per produrlo, dove è stato confezionato e il costo richiesto. Vengono anche riportati i loghi o marchi oltre ai colori e alle misure.
Solitamente le etichette contengono un foro magari rifinito con un occhiello in metallo, su cui passa un cordoncino o altro tipo di legame.

La possibilità di scelta di quest’articolo è senza esagerare infinita con finiture molteplici e adeguate al prodotto che si sta presentando, esso cambia e conferisce a un capo il suo grado di qualità, per esempio su una maglietta di cotone, andrà bene un etichetta in cartone mentre su una pelliccia o capo fregiato di altro tipo, potrete trovarne uno in cuoio.

Un altro tipo di materiale, è la stoffa, ma anche altro tipo di pellame o materiale può soddisfare la richiesta del cliente. La scritta in rilievo, conferisce uno stile sia visivo sia tattile che può essere applicata tramite un tipo di stampa personalizzata e il look preferito, inoltre permette anche ai non vedenti di conoscere le caratteristiche del prodotto.

Quando vi ritrovate a dover scegliere il tipo di etichetta o cartellino da apportare ai vostri capi di abbigliamento, considerate che essi sono in realtà il vostro biglietto da visita.

Peculiarità delle etichette abbigliamento

Tenete presente, che ci sono persone che conservano le etichette dei capi più eleganti, proprio come se fossero dei biglietti di entrata degli spettacoli più importanti a cui hanno presenziato o posti importanti che hanno visitato. Questo vi dice, quanto importante diventa comunicare il vostro marchio tramite questo mezzo informativo e pubblicitario.

Un cliente, può riconoscere immediatamente guardando solo il cartellino o etichetta, se la qualità di un indumento è bassa media o alta. Una etichetta in particolare, non lascia traccia di colla come potrebbe succedere per un’etichetta adesiva, mentre un’etichetta adesiva, sarebbe più adatta per esempio in un paio di scarpe dove un’etichetta non adesiva sarebbe più fuori luogo.

Certamente, potrete farvi consigliare adeguatamente, per la scelta è veramente ampia e distinta per capi di abbigliamento, scarpe, borse, accessori eccetera.

Ora, è un obbligo legale apporre in vendita, esso riporta tutti dati concernenti l’indumento, al prodotto alimentare, industriale e a qualsiasi cosa vogliate comprare.

Quest’obbligo, tutela il compratore e lo aiuta a scegliere il capo adatto alla sua persona, comunicandogli come prima cosa il tessuto di cui è composto l’indumento, la taglia e non meno importante, indicazioni di come mantenerlo in vita il più a lungo possibile.

Questo scambio di comunicazione tra venditore cliente passa attraverso un talloncino, sia esso un’etichette abbigliamento o un cartellino che appaiono di moderate misure, ma contengono un’infinità di nozioni che portano consapevolezza e conoscenza che altrimenti non potrebbe essere altro modo acquisita.

Leggi articolo precedente:
anti zanzare
Un cocktail di acqua e zucchero contro le zanzare

Anche se l’estate è ormai trascorsa, si registra anche in questo periodo un incremento del consumo di anti zanzare. Lozioni, oli, zampironi, piastrine, zanzariere e altri rimedi per allontanare questi...

Chiudi