Come funzionano i serramenti isolanti

Forse non tutti sono a conoscenza che gli infissi che troviamo all’interno delle nostre abitazioni, non sono altro che serramenti, ovvero delle strutture mobili destinate a chiudere le aperture lasciate nei muri degli edifici. I serramenti termo e fono isolanti di ultima generazione, sono progettati con tecniche veramente innovative, le quali aumentano notevolmente l’isolamento termico e acustico della casa.

Una delle tecniche più avanzate, prevede l’inserimento, all’interno dei serramenti, delle camere d’aria stratificate. Le performance sul piano di isolamento termico-acustico sono per di più offerte anche dai nuovi materiali impiegati, che sostituiscono quelli più obsoleti, come il vecchio vetro semplice e sottile, tecnicamente chiamato float, il quale oggi è sostituibile con più valide alternative.

Materiali alternativi

Un materiale che oggi viene abbondantemente utilizzato per la realizzazione dei serramenti, è la vetrocamera. Quest’ultima è uno speciale vetro temperato, spesso notevoli millimetri e montato attraverso più strati, i quali permettono di aumentare l’isolamento.

Tra uno strato e l’altro può esserci dell’aria secca o, più semplicemente, del gas, il quale aumenta ulteriormente la forza isolante.

Grazie all’impiego di questi trucchetti, si evitano fastidiosi spifferi, infiltrazioni di umidità, fastidiosi sbalzi termici e, in misura più moderata, si ridurrà l’inquinamento acustico all’interno dell’abitazione.

Un altro materiale alternativo, che ha da tempo fatto il suo ingresso all’interno del mercato, è il vetro fotovoltaico. Nonostante quest’ultimo sia ancora poco diffuso, è bene delinearne i caratteri, grazie ai quali si aiuta l’ambiente e si ottiene un ottimo contributo ecologico.

Questi vetri sono costituiti da lastre che, grazie ad uno speciale gel trasparente contenente silicio amorfo, catturano le radiazioni solari per produrre energia, come fa un vero e proprio mannello fotovoltaico.

Curiosità sugli infissi

La vendita degli infissi a Roma, da parte di AeP infissi, muove di pari passo con l’interesse della gente nel ristrutturaree mettere a nuovo la propria abitazione. Numerose sono le domande che i clienti pongo ai professionisti in merito all’uso e all’applicazione degli infissi. Molti chiedono se, all’interno delle finestre realizzate con pvc riciclato, sia contenuto il piombo. La risposta può variare da commerciante a commerciante, ma in genere, molte aziende, preferiscono impiegare stabilizzatori di zinco e di calcio, al fine di realizzare profili in pvc riciclato non contenenti nessun tipo di piombo. Un altro quesito, frequentemente posto, riguarda se, le finestre di produttori diversi, realizzate con lo stesso profilo, hanno la stessa qualità. La risposta può essere banale, ma è no. Il produttore del profilo infatti, è responsabile solo della qualità del profilo stesso, la manodopera e la cura, si applica nella costruzione di un infisso.