antico egitto piramidi

La civiltà Egizia

La storia ci ha regalato moltissime civiltà che ci hanno lasciato una grande eredità del punto di vista culturale e storico e diverse cose da poter narrare nei libri di storia per conoscere la vita di grandi uomini che sono vissuti diversi secoli prima di noi.

Una delle civiltà che hanno maggiormente influito sulla storia è sicuramente quella egiziana, che ci ha lasciato un qualcosa di meraviglioso come le piramidi ma non solo questo, infatti sono davvero tante le cose che sono state scoperte dagli antichi Egizi.

La storia della civiltà egiziana

La civiltà egiziana inizia a sorgere sulle rive del Nilo all’incirca nel periodo 3900 a.C e fin da subito ha ospitato alcune tra le popolazioni che provenivano dalle zone interne dell’Africa, che visto l’inaridirsi del deserto si spostarono nelle vicinanze del fiume Nilo.

La civiltà egiziana quindi nasce con un intento prettamente legato all’agricoltura, la pastorizia e la pesca ma come vedremo ben presto si svilupperà nelle arti e nelle scienze.

Gli Egizi si svilupparono in davvero poco tempo e  ben presto con le conoscenze acquisite diventarono una delle civiltà più importanti del tempo e in breve tempo  arrivarono le prime città, le case, i templi e soprattutto le piramidi che rappresentavano il punto di sepoltura, come quella di funerali Roma, per i faraoni.

La popolazione egiziana era divisa in caste, queste venivano acquisite già dalla nascita ed erano divise in privilegiate e inferiori, mentre gli schiavi non rientravano in nessuna categoria.

Per quello che riguarda la religione gli egizi erano politeisti, adoravano quindi molti dei, tra questi erano di grande importanza gli elementi della natura come: il sole, la luna, il vento e la tempesta; inoltre secondo la tradizione egiziana dopo la morte era possibile fare una nuova vita che era del tutto simile a quella terrena.

La fine degli Egizi arrivò nel 343 a.C quando a capo della civiltà c’erano la dinastia dei Tolomei

Le grandi scoperte degli Egizi

La civiltà egiziana è considerata precursore in molte arti; una di queste è sicuramente la scrittura  geroglifica nel 3500 a.C, nata per permettere a tutti i funzionari di registrare le uscite che venivano fatte e la riscossione delle tasse.

Per gli egiziani la scrittura era di fondamentale importanza e sono stati i primi a scrivere i libri, infatti sempre sotto la civiltà egizia viene creata la biblioteca più grande del mondo quella di Alessandria d’Egitto.

All’interno della biblioteca si possono trovare diverse opere importanti per la storia, che ci parlano della costruzione dei templi e delle piramidi, ma anche opere letterarie e poetiche e dei saggi lo studio della matematica e della medicina.