differenza condizionatore monosplit e multisplit

Differenze tra condizionatori monosplit e multisplit

I condizionatori d’aria sono composti da due diverse unita: una interna, installata nel locale che si vuole climatizzare, e una esterna, collocata su un balcone, un terrazzo oppure su un sostegno appeso direttamente alla parete dell’edificio. La differenza fra condizionatore monosplit e multisplit è il rapporto fra le unità esterne e quelle esterne.

In cosa si differenziano i climatizzatori monosplit e multisplit

Un condizionatore monosplit è costituito da un’unità esterna a cui è collegata una sola unità interna, mentre un condizionatore multisplit è costituito da due o più unità interne tutte collegate ad un’unica unità esterna. Ognuna delle due tipologie offre vantaggi e svantaggi che dipendono principalmente dall’uso che si intende fare del condizionatore.

Scegliere a seconda della destinazione

Un condizionatore monosplit permetterà di climatizzare un unico locale, per cui è la soluzione perfetta per chi vive in un monolocale o sfrutta principalmente un’unica sala della casa.

Un condizionatore multisplit invece sarà in grado di refrigerare tanti locali quante sono le unità interne. Per chi intende dotare un intero appartamento di un impianto di climatizzazione acquistare un condizionatore multisplit è certamente più economico che acquistare una serie di diversi monosplit indipendenti.

Consumi: differenze tra monosplit e multisplit

I consumi dei condizionatori dipendono principalmente dall’uso che se ne vuole fare. Utilizzare un multisplit per climatizzare un’unica stanza, accendendo un’unica unità interna, pesa di più in bolletta che accendere un unico monosplit, a parità di refrigerazione.

Chi invece deve climatizzare più locali contemporaneamente risparmierà con un sistema di multisplit, piuttosto che tenendo in funzione diversi monosplit.

Costi e Manutenzioni: differenze tra monosplit e multisplit

Ovviamente un sistema di multisplit è più costoso di un singolo monosplit e il prezzo dipende, oltre che dalla qualità e dalla marca e dal modello del condizionatore, oltre che dai prezzi praticati dal singolo rivenditore, dal numero di unità refrigeranti interne.

Chi vuole dilazionare la spesa può decidere di installare un monosplit nel locale che utilizza di più, per acquistarne poi altri, quando avrà la disponibilità economica per farlo, per gli altri spazi della casa. Questo permette di suddividere la spesa nel tempo, ma il costo totale risulterà comunque maggiore.

Anche il costo della manutenzione periodica è diverso per i due sistemi. Un intervento su un condizionatore monosplit è minore rispetto a quello su un multisplit, però anche in questo caso il costo va moltiplicato se in casa sono installati due o più monosplit in locali diversi.

La scelta del condizionatore Monosplit o Multisplit

Ormai la tecnologia si è così evoluta, che tutti i condizionatori moderni garantiscono efficienza e risparmio energetico. Per è possibile scegliere il proprio condizionatore domestico tranquillamente, senza badare più di tanto alla marca. Certo è che per manutenzioni, pezzi di ricambio e compatibilità con i moderni gas refrigeranti, è sempre meglio scegliere clima di marca: Daikin, Samsung, Fujitsu ed LG sono di gran lunga i più venduti.

Nella scelta del condizionatore poi, tenete bene a mente la qualità dell’assistenza tecnica prima di procedere all’acquisto. L’assistenza condizionatori Daikin sarà senz’altro più facilmente reperibile di quella di un marchio cinese sconosciuto ai più.

La cosa migliore è rivolgervi ad un’azienda professionista, certificata FGAS (e quindi in grado di rilasciarvi anche il libretto di efficienza energetica a norma), che sia specializzata in un marchio, sia nel montaggio che nell’assistenza futura (manutenzioni, pulizie, ricarica gas e riparazioni eventuali future).

I tecnici, in fase di sopralluogo, sapranno anche consigliarvi correttamente se installare un condizionatore d’aria monosplit o multisplit.