Quale sigaretta elettronica scegliere? Mini guida per principianti

Ogni settimana ci sono nuove notizie sulla sigaretta elettronica; c’è chi la osanna come miglior rimedio per smettere di fumare e chi è convinto che non arriverà mai a sostituire la sigaretta tradizionale.

Le statistiche ci dicono che gli svapatori sono in aumento ed è sempre più comune vedere nei luoghi pubblici delle nuvolette di vapore. 

Gli ultimi studi in tema di e-cig hanno confermato i vantaggi in termine di salute, almeno rispetto al fumo tradizionale: un soggetto che sta cercando di smettere di fumare, affacciandosi al rimedio della sigaretta elettronica, trova in poco tempo benefici e riduzione dei danni per lui e chi gli vive accanto.

Quali sono, però, le tipologie principali di sigarette elettroniche?

Tipologie e modelli principali

Le tipologie di sigarette elettroniche che si trovano sul mercato sono ormai tante. Chi si avvicina per la prima volta a questo mondo potrà rimanere confuso dalla quantità di accessori, dai design innovativi e dalle funzionalità più sconosciute.

Per capire quale sigaretta elettronica soddisfi maggiormente la svapata bisogna innanzitutto capire se si è svapatori da guancia o da polmone. La prima metodologia prevede principalmente tre passaggi: tirare il vapore e quindi tenerlo in bocca, aspirare e poi espirare; la seconda, invece, prevede l’aspirazione direttamente nei polmoni. Nella svapata di guancia si percepiranno maggiormente gli aromi, in quella di polmone si avranno invece maggiori quantità di vapore.

Le due tipologie hanno vantaggi e svantaggi differenti, che passano dall’hit ricevuto (il colpo di gola, tipico delle sigarette tradizionali) al consumo di batteria e liquido; si tratta di un aspetto da valutare in quanto i kit presenti sul mercato si differenziano per proprio per la tipologia di tiro da guancia o da polmone.

Tra le altre parole che provengono dal gergo dei vapers troviamo “bottom feeder”: si tratta di un sistema di alimentazione che prevede all’interno del kit una boccettina di liquido che, una volta attivato attraverso l’apposito bottone, si attiva per consentire la svapata. Questa tecnica viene chiamata anche squonk.

In linea di massima, i kit presenti in commercio sono tutte varianti delle sigarette elettroniche a penna, di quelle che chiameremo “mini” e delle strutture più complesse con prestazioni maggiori.

Le e-cig a penna sono quelle che mantengono la gestualità tipica dei fumatori tradizionali; esistono fumatori che, più che dipendenti dal sapore della nicotina, sono abituati a tenere tra le dita una sigaretta dalla forma allungata. E’ comoda da trasportare ma spesso non è dotata di una potente batteria.

Le sigarette elettroniche con una struttura più elaborata e ingombrante sono spesso quelle con le caratteristiche più performanti: una batteria ad alto voltaggio, grosse quantità di liquido vaporizzato e gusti più intensi.

Ultimamente sul mercato vediamo sigarette elettroniche sempre più piccole, perfette per svapate in qualunque momento della giornata e in ogni luogo; l’aspetto negativo sono sicuramente le performance e batterie meno durature.

Sigaretta elettronica: dove acquistarla?

Acquistare una sigaretta elettronica è molto più semplice rispetto ad alcuni anni fa: in ogni città, al giorno d’oggi, è possibile trovare almeno un vapo store. Quando si desidera uno specifico aroma o il kit di ultima generazione, è possibile che lo store vicino casa non sia fornito: la soluzione potrebbe essere quella di affacciarsi al mondo del web e cercare tra gli outlet della sigaretta elettronica online quello che abbia la proposta più in linea con le proprie esigenze.

Spesso i grandi negozi presenti sul web mettono a disposizione svariati marchi e i nuovi svapatori potrebbero confondersi: per questo motivo uno dei consigli più importanti per tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo dello svapo è quello di informarsi, leggere recensioni o chiedere consigli agli appassionati nei moltissimi gruppi sui social.