Scale interne e scale esterne: quali materiali scegliere?

8 / 100 SEO Score

Le scale interne ed esterne rappresentano non soltanto un indispensabile elemento architettonico che consente di collegare due differenti livelli dell’edificio, ma anche un importante complemento d’arredo che in qualche modo caratterizza la percezione spaziale dell’ambiente.

Questi dispositivi devono possedere un giusto equilibrio tra funzionalità e design, dato che attualmente i progettisti delle scale si ispirano a prototipi esteticamente sempre più accattivanti.

Materiali per scale interne

Le scale interne non sono a contatto con agenti climatici e ambientali in grado di alterare la loro struttura e pertanto i loro materiali costitutivi possono venire scelti con notevole libertà e seguendo i propri gusti personali.
Esistono due tipologie di scale interne: quelle mono-materiale realizzate con un unico componente e quelle ibride che prevedono l’impiego di diverse materie prime.
Il legno rappresenta uno dei materiali maggiormente utilizzati per le scale interne sia per il suo aspetto naturale e facilmente adattabile a qualsiasi contesto abitativo, sia per la notevole robustezza e praticità.
Esso trova largo impiego non soltanto come mono-componente, ma anche abbinato al metallo, con cui è in grado di creare effetti estetici eleganti e raffinati.
Spesso le scale interne in legno sono costruite con gradini inseriti a parete, come vere e proprie mensole, allo scopo di risparmiare quanto più spazio possibile.
Grazie alle sue eccellenti prestazioni tecniche, l’acciaio rappresenta una delle opzioni più utilizzate negli ultimi tempi, anche in relazione alla sua notevolissima resistenza all’usura.
Nella maggior parte dei casi, scale per interni di questo genere vengono inserite in contesti dove la priorità è quella di non appesantire l’ambiente, in quanto tali strutture risultano snelle e molto aerodinamiche.
Ideale se utilizzato al naturale, l’acciaio è bellissimo anche verniciato oppure cromato, per meglio adattarsi alle personali esigenze.
Di solito esso viene impiegato per strutture portanti il cui ruolo è quello di sorreggere gradini in legno, per la realizzazione di eleganti scale ibride.
Il vetro è un substrato piuttosto impegnativo e pertanto viene impiegato soltanto in ambientazioni dove la leggerezza rappresenta la principale priorità.
In questi casi esso viene utilizzato per la realizzazione di gradini da inserire a parete oppure in strutture metalliche d’acciaio.
Senza dubbio molto raffinato, il vetro richiede però una notevole manutenzione e pertanto non si adatta a tutti gli ambienti.

Materiali per scale esterne

Nella progettazione di scale per esterno è necessario valutare attentamente l’influenza degli agenti climatici, soprattutto della pioggia, responsabili del deterioramento dei materiali impiegati.
Il legno viene ampiamente usato a patto che sia stato sottoposto ad adeguati trattamenti anti-umidità che gli consentono di rimanere inalterato nel tempo mantenendo le proprie caratteristiche sia estetiche sia funzionali.
Una scala esterna in legno appare particolarmente elegante e, se trattata con sostanze protettive di buona qualità, si mantiene in ottimo stato per lungo tempo.
Il cotto rappresenta la scelta d’elezione per le scale esterne poiché le sue prestazioni sono di altissimo livello così come l’aspetto estetico contribuisce a valorizzare qualsiasi ambientazione.
Di solito i gradini in cotto, particolarmente resistenti all’usura, vengono inseriti in strutture in pietra oppure cemento, in grado di offrire eccellenti prestazioni.
Il materiale si mantiene inalterato, non modifica il suo aspetto, richiede una scarsa manutenzione ed è molto elegante.
Scale ibride per esterno di questo genere sono attualmente quelle più utilizzate anche in relazione all’ottimo rapporto qualità/prezzo che le contraddistingue.
Il metallo, soprattutto acciaio e ferro sottoposti a speciali trattamenti anti-ruggine e anti-umidità, offre ottime prestazioni di resistenza e durevolezza e contribuisce a personalizzare con eleganza qualsiasi genere di ambientazione.
Forti, solide e compatte, le scale esterne in pietra sono prefette se inserite in contesti rustici, dove l’estetica riveste un ruolo preponderante e dove l’impiego continuativo assicura ottimi requisiti anti-usura.
Il cemento è uno dei materiali privilegiati, soprattutto se inserito in contesti moderni e minimalisti, dato che è in grado di offrire un aspetto estetico grezzo e naturale a prima vista, ma estremamente raffinato e contemporaneo.
Indicate soltanto per selezionati contesti abitativi, le scale esterne in gres porcellanato richiedono un’ambientazione in continuità con l’estetica dell’edificio e rappresentano una soluzione non troppo vantaggiosa e quindi poco gettonata.