Scopa Elettrica: Come scegliere la migliore. Guida all’acquisto.

9 / 100 SEO Score

Nella jungla odierna del web, scegliere un prodotto adatto alle nostre esigenze è diventato un’impresa più che ardua. Districarsi fra schede tecniche e recensioni può portare via molto tempo e spesso si rischia di ordinare comunque il prodotto sbagliato.

Ad esempio, il mercato relativo alla vendita delle scope elettriche, non è mai stato così vasto e pieno di prodotti. Fino a poco tempo fa la scelta poteva ricadere su pochissimi modelli e pochissime marche. Magari si poteva optare solo per un modello Dyson o per un modello Rowenta. Oggi abbiamo decisamente l’imbarazzo della scelta.

Per cominciare però, dobbiamo rispondere ad una domanda essenziale: Che cos’è una scopa elettrica?

Una scopa elettrica altro non è che una piccola aspirapolvere, alimentata a batteria e senza sacco di raccolta. Funziona pertanto senza fili e raccoglie lo sporco all’interno di un apposito contenitore installato internamente. I punti di forza di questo tipo di prodotto sono stati fin dai primi modelli, la comodità e la semplicità di utilizzo. Ciò ha portato ad un aumento esponenziale del mercato che sta praticamente surclassando le vecchie aspirapolvere a traino.

Sul web ci sono però molti articoli e recensioni che ci forniscono dati e classifiche per confrontare le migliori scope elettriche presenti sul mercato. Anche questo articolo ad esempio, è creato sulla base dei molteplici articoli di questo genere che si trovano sul web.

Ma quindi, come possiamo scegliere la migliore scopa elettrica adatta alle nostre esigenze?

Semplicemente dobbiamo far riferimento a 3 caratteristiche essenziali:

  1. Potenza
  2. Comfort e Usabilità
  3. Prezzo
  4. Filtri
  5. Accessori

In primo luogo, la scopa elettrica dovrà essere dotata di una buona potenza di aspirazione (valore espresso in Watt). Pertanto controllate che la potenza del motore sia elevata e se la scopa elettrica è con filo, verificare che appartenga ad una classe energetica elevata (A o A+).

A questo punto potete passare nel confronto di vari fattori puramente soggettivi, come a durata della batteria, il peso del prodotto, l’ergonomia dell’utilizzo; quell’insieme di caratteristiche che rendono un prodotto maneggevole ed ergonomico. Questi valori sono puramente soggettivi perché dipenderà anche da che tipo di appartamento o casa avete. Ad esempio se avete a disposizione un piccolo appartamento di 50 metri quadri, sarà sufficiente un prodotto con batteria da autonomia di circa 30 minuti. Oppure se volete pulire non solo la vostra casa, ma anche la vostra auto, sarà consigliabile acquistare un prodotto 2 in 1 con aspirabriciole estraibile.

Altra caratteristica da tenere sott’occhio sono gli Accessori e i Filtri. Queste caratteristiche faranno si che il vostro prodotto sia completo per qualsiasi necessità domestica. Anche qui però, se semplicemente volete sostituire la vostra vecchia aspirapolvere, non c’è alcuna necessità di comprare un prodotto che al suo interno include 6-7 diversi tipi di accessori.

Discorso a parte per i filtri. Che abbiate o meno animali domestici è sempre bene optare per un prodotto con Filtro Hepa perché raccoglierà anche le più piccole particelle di polvere.

Infine il prezzo. Ci sono prodotti per tutte le tasche, però la scelta ideale, sarebbe quella di optare per il prodotto con il miglior rapporto qualità / prezzo che garantisca buone caratteristiche fin qui elencate.

Se riuscirete a trovare il giusto compromesso fra le schede tecniche dei prodotti e le vostre necessità soggettive, troverete sicuramente la soluzione più adatta al vostro portafoglio ed alle vostre esigenze.