mindfulness pescara micucci

Come la mindfulness migliora il tuo cervello e le tue relazioni

8 / 100 SEO Score

Perché la mindfulness è il nuovo “must have” per il successo delle capacità cerebrali e delle relazioni.

La consapevolezza è il processo di prestare attenzione, in modo aperto e non giudicante, alla tua esperienza nel momento presente. Il dott. Daniel J. Siegel, definisce la consapevolezza come il processo di sviluppo di una consapevolezza del momento presente che è pieno di curiosità, apertura, accettazione e amore verso la nostra continua esperienza.

Gli esercizi di allenamento per la consapevolezza includono il concentrarsi deliberatamente sul respiro come un’ancora per la tua attenzione, mantenendo una consapevolezza aperta a qualunque pensiero e sentimento sorga spontaneamente nella tua mente e nel tuo corpo e dirigendo deliberatamente sentimenti gentili e compassionevoli verso se stessi e gli altri.
In questo articolo, leggerai come la pratica della mindfulness cambia il tuo cervello per darti una maggiore flessibilità cognitiva, un migliore controllo su attenzione, emozioni e impulsi, sollievo dallo stress e dall’ansia e una maggiore integrazione e connettività del cervello.

Come funziona la mindfulness nel tuo cervello?
Il Dr. Siegel descrive il lavoro della consapevolezza nel cervello come segue:

“Notare le differenze tra senso e storie di vita, tra l’input ‘bottom-up’ dipendente dall’esperienza primaria e le narrazioni ‘top-down’ secondarie dell’apprendimento diventa uno strumento fondamentale dell’approccio alla consapevolezza. Una volta che questa distinzione, questo accorgimento dei contenuti della mente, è prontamente accessibile attraverso la pratica intenzionale, viene creata la capacità di alterare schemi abituali e diventa disponibile la possibilità di sollievo dalle ruminazioni dei soliti pensieri che ci crrano preoccupazioni, schemi di pensiero autolesionistici, negativi e modelli disadattivi di reattività emotiva. ”

In altre parole, quando possiamo fare una distinzione tra la nostra esperienza diretta, “nel momento”, i nostri giudizi e interpretazioni di questi stati emotivi e corporei, possiamo interrompere i cicli di reattività automatica e annullare l’intrusività di storie negative e rigide credenze su noi stessi, basate su esperienze negative passate. Quando possiamo etichettare le nostre convinzioni negative come “solo una storia”, allora abbiamo il potenziale per liberarci dal giudizio critico interiore e diventare più auto-compassionevoli verso noi stessi.
Se, nel mezzo di una lite con il tuo partner, riesci a etichettare i tuoi pensieri di rabbia e i tuoi sentimenti come “ecco si sta ripetendo il solito copione”, o se puoi notare i sintomi fisici come la pressione sanguigna che aumenta e il tuo viso che diventa più rosso, allora hai un grado maggiore di scelta su come comportarsi. Invece di sentirti costretto a urlare e attaccare o difendere con forza la tua posizione, puoi invece scegliere di fare una pausa, connetterti con il tuo amore per il tuo partner o provare a capire il suo punto di vista. Di conseguenza, avrai uno stress ridotto e relazioni più amorevoli e connesse.

Quali sono i vantaggi della mindfulness?
La ricerca dell’ultimo decennio ha trovato molteplici benefici della mindfulness, inclusi miglioramenti della funzione immunitaria, riduzione dello stress e dell’ansia, aumento dell’empatia e miglioramento della soddisfazione relazionale. Una recente ricerca che raggruppava i dati di 16 studi che mostravano che la mindfulness ha effetti moderati su almeno otto diverse regioni cerebrali coinvolte nell’integrazione e nella connettività cerebrale, nel senso di sé, nel controllo degli impulsi e nella regolazione dell’attenzione e delle emozioni.

Se ancora non sei convinto che l’apprendimento e la pratica della mindfulness siano una buona idea, ti lascerò con le parole dei ricercatori di neuroscienze di Harvard che scrivono per la Harvard Business Review:
“La consapevolezza non dovrebbe più essere considerata un” bello da avere “per i dirigenti. È un “must-have”: un modo per mantenere in salute il nostro cervello, supportare l’autoregolamentazione e le capacità decisionali efficaci e proteggerci dallo stress tossico “.
I terapeuti mindfulness sono molti in tutta Italia, tra cui lo psicologo di Pescara Dr. Maurizio Micucci, e altri sparsi in tutto il territorio.