coperture per auto - riparo neve

Come riparare l’auto da neve e intemperie: 3 soluzioni a confronto

11 / 100 SEO Score

Lasciare l’auto fuori in inverno può compromettere le condizioni della tua macchina, facendole perdere prestazioni e valore economico. Chi non dispone di un garage si vede costretto ad abbandonare la macchina sempre fuori, esponendola alle intemperie. E la neve della stagione fredda è uno di quegli agenti atmosferici da cui guardarsi, esattamente come proteggere l’auto dalla grandine durante l’anno.

Naturalmente i fiocchi non creano gli stessi evidenti danni alla carrozzeria, ma certamente serve una protezione per riparare la vettura all’aperto. Eviterà che le temperature rigide miste alla neve compromettano batteria, vetri o elettronica.

Vediamo quali soluzioni abbiamo a disposizione per difendere le nostre macchine da nevicate e intemperie invernali. Confrontiamo, in particolare, tre soluzioni copriauto spesso adottate dai proprietari di vetture come alternativa al classico garage.

1. Telo copriauto

I teli permettono di rivestire la vettura in sosta evitando che le nevicate entrino in diretto contatto con la carrozzeria. Vengono realizzati con materiale impermeabile, leggero e flessibile, spesso su misura in base alle dimensioni della vettura. A seconda del tipo di telo copriauto ricoprono interamente o in maniera parziale la carrozzeria, evitando che le zone più sensibili (vetri e cofano in genere) patiscano troppo.

Il telo per la copertura dell’auto è una soluzione flessibile: si porta dappertutto, si stende e si appoggia sulla vettura, anche quando siamo fuori casa. Inoltre è molto economico: i prezzi variano dai 20,00 ai 50,00 euro, una spesa accessibile per la salute della vettura.

Va detto però che il telo può risultare molto scomodo. Ogni sera e ogni mattina chi lascia l’auto fuori all’aperto deve ricordarsi di metterlo e toglierlo con una certa costanza, soprattutto in inverno. Inoltre i teli possono proteggere dal gelo e dalla neve, ma non possono niente in caso di grandinate. Restano una semplice pellicola di rivestimento, senza alcun plus aggiuntivo.

2. Pergolato o tettoia per auto

Il pergolato o tettoia per auto è un ricovero realizzato in metallo, legno o alluminio che mette al riparo la macchina in sosta, qualunque sia il meteo. Possono avere forme diverse, essere disegnati per una o due vetture, avere una struttura autoportante o addossata alla parete. In ogni caso parliamo di una vera e propria copertura esterna per auto, da installare nel proprio cortile per parcheggiarci la macchina sotto, non uno strumento portatile.

Le pensiline e tettoie copriauto riescono a respingere la neve evitando che entri a contatto con la carrozzeria della macchina. Questo significa più protezione rispetto al telo, e copertura anche in caso di grandinate o altri eventi atmosferici durante l’anno.

Le coperture per auto come le tettoie o le pensiline rimangono aperte sui lati, offrendo soltanto un tetto alla macchina. In altre parole, bisognerà sistemare una coperta per non far congelare i vetri durante la notte, oppure grattare via il ghiaccio al mattino. Se serve una protezione affidabile per l’inverno, quindi, bisogna passare alla soluzione successiva.

3. Gazebo e Box auto in PVC

I gazebo e i box in PVC sono le coperture per auto più efficaci perché aggiungono alla protezione di teli e pergolati un elemento fondamentale nella stagione fredda: coprono la macchina dal gelo. I gazebi per auto sono dotati di tende laterali richiudibili, che permettono di creare un ambiente interno isolato sufficientemente caldo per impedire alla vettura di ghiacciare. E poi c’è la copertura dalla neve, dalla grandine, dal sole e da qualunque altra cosa cada dal cielo o si trovi nell’aria.

Stesso discorso vale per il box auto in PVC. Si tratta di una copertura su misura per la macchina che avvolge la vettura creando lo stesso riparo coibentato del gazebo. La struttura può essere simile a un tunnel oppure modello chiocciola, spesso retrattile o scorrevole per fare entrare/uscire il mezzo e liberare spazio.