Tradizioni funebri degli islamici

12 / 100 SEO Score

Le tradizioni funebri degli islamici sono molto diverse dalle nostre. Anche i servizi funebri si differiscono dall’organizzazione funebre a cui siamo abituati in occidente, svolta dalle onoranze funebri locali. Il funerale si svolge in una moschea locale. Tuttavia, è importante notare che non può avvenire nella sezione Masjid formalmente designata nella moschea, riservata per le preghiere specifiche ad Allah.

Sia all’interno che all’esterno della moschea, i cari del defunto stanno in tre linee orizzontali rivolti verso la Mecca: uomini in prima fila, i bambini nella fila centrale e le donne in ultima fila. L’imam, un leader spirituale professionale o laico, sta con le spalle al gruppo assemblato e la conduce nella preghiera.

Il servizio inizia con una preghiera funebre silenzio-recitata conosciuta come la Salat al-Janazah, in cui ognuno prega individualmente che Allah abbia misericordia del defunto, e su tutti gli altri musulmani morti. Questa è seguita da una lettura silenziosa di Al-Fatiha, il primo capitolo del Corano.

Nel corso di una cerimonia funebre musulmana tradizionale ci sono almeno quattro preghiere che vengono poi recitate ad alta voce. La prima viene chiamata tashahhud, una preghiera al profeta Maometto. Poi si recitano tre preghiere personali. Prima di ciascuna preghiera, i partecipanti dicono, “Allahu Akbar”, che si traduce in “Dio è buono.”

I funerali sono considerati eventi della comunità tra i musulmani. Mentre la famiglia e gli amici costituiscono la maggioranza dei presenti, è molto comune vedere altra gente del paese che non conosceva il defunto, dal momento che l’Islam considera i funerali degli eventi profondamente spirituali.

 

Cerimonia di sepoltura

Un gruppo silenzioso in processione segue il servizio funebre verso il cimitero. Tradizionalmente, sarebbero gli uomini a portare la bara a piedi al cimitero, ma in tempi moderni le auto sono spesso utilizzate per il trasporto della salma. Tradizionalmente, le donne e i bambini non assistono alle sepolture musulmane, ma sono autorizzati in alcune comunità.

Le sepolture musulmane sono molto semplici. I cari scavano una tomba al cimitero e calano all’interno il corpo avvolto. Coloro che calano il corpo dovrebbe recitare la frase: “Bismillah wa ala rasulillah millati”, che significa, “Nel nome di Allah e nella fede del Messaggero di Allah”. Il corpo dovrebbe essere posto sul lato destro e il viso verso la Mecca.

Uno strato di legno o pietre è posto sulla parte superiore del corpo e poi il foro viene normalmente riempito con la terra. Ogni persona presente al cerimoniale lancia tre manciate di terra nella tomba. Quando la sepoltura è completa, una lapide molto semplice viene eretta in cima alla tomba. Lapidi elaborati sono proibiti.

 

Dopo il funerale

Quando il funerale è finito, la famiglia di solito si riunisce a casa e riceve i visitatori. I visitatori dovrebbero fare del loro meglio per consolare i componenti della famiglia e aiutarli a far fronte alla loro perdita.

 

Tradizioni del lutto islamico

Nella tradizione musulmana c’è un periodo di lutto di 40 giorni, ma nei tempi moderni questo periodo è spesso più breve, a seconda di quanto è devota la famiglia. La comunità offre tradizionalmente cibo per la famiglia durante i primi tre giorni di lutto.

Il periodo di lutto musulmano è caratterizzato da un aumento della devozione religiosa, la modestia e la frequenza dei visitatori nella casa di famiglia. L’offerta di aiuto e condoglianze alla famiglia in lutto è una parte essenziale del processo di lutto musulmano.

Le vedove di sesso femminile osservano un periodo di lutto prolungato di quattro mesi e 10 giorni noto comeiddah. Durante questo periodo, le vedove non possono risposarsi, allontanarsi dalla loro casa, indossare indumenti decorativi o gioielli.