Cimiteri virtuali, scopriamo cosa sono

13 / 100 SEO Score

Forse anche gli operatori di una qualche agenzia di pompe funebri a Roma o dovunque in Italia e nel mondo, come ad esempio quelli della Cattolica San Lorenzo nella Capitale, presto potrebbero dover fare i conti con l’avvento della tecnologia, dei computer e di internet. Sebbene infatti il loro supporto risulti essere ancora indispensabile per sbrigare diverse questioni connesse alla scomparsa di un familiare, l’uso di internet si sta diffondendo anche in questo particolare ambito.

Difatti, accanto a quelli tradizionali, in questi anni, stanno nascendo anche dei cosiddetti cimiteri virtuali. Questi sono una sorta di spazio in cui non si frequenta più un luogo fisico dove poter portare dei fiori o ricordare un defunto, bensì un luogo appunto virtuale in cui è possibile commemorare o “vedere” la persona scomparsa nei suoi momenti più belli o più importanti. Cerchiamo di scoprire cosa sono questi cimiteri particolari.

Una realtà virtuale in ascesa

Con la definizione di cimitero virtuale s’intende, in pratica, una piattaforma online di vario genere, in cui è possibile commemorare in molteplici modi una persona scomparsa. Alcuni, ad esempio, offrono l’opportunità di inviare una email al defunto, mentre altri invece consentono di lasciare un mazzo di fiori (sempre virtuale) oppure lasciare un ricordo scritto o una frase. Insomma, tutte quelle azioni o gesti che, solitamente, si possono effettuare visitando un cimitero tradizionale.

Generalmente, comunque, in questi spazi online, amici, parenti o semplici conoscenti possono commemorare un defunto con delle foto, dei video, dei brani musicali, delle frasi oppure addirittura accendendo delle candele. Altre piattaforme invece consentono ad una persona di poter lasciare propri ricordi, foto, istruzioni per i parenti o successori o in genere dei messaggi o dei desideri da esaudire post mortem

La commemorazione online dagli Stati Uniti all’Italia

L’idea di realizzare questo genere di piattaforma web commemorativa si è diffusa intorno alla metà degli anni ‘90 negli Usa, in seguito ha visto una forte spinta a causa degli eventi dell’11 Settembre 2001, quando un sito internet ha iniziato a commemorare e ricordare le vittime di questo attentato. Da qui, poi, la diffusione anche a livello internazionale e l’arrivo anche in Europa e nel nostro Paese.

Un esempio di questo genere di piattaforme può essere, in lingua inglese, cemetery.org, realizzato nel 1995 da Mike Kebbee ed è considerato il sito pioniere statunitense per questo genere commemorazione online dei defunti e delle persone care. In Italia, invece, una delle piattaforme più celebri di questo tipo è Cimiteronline, in cui poter fare una dedica o lasciare un messaggio ad un defunto, familiare o amico che sia.