Nuoto Palestra

Sport, palestre, centri sportivi e salute: 5 buoni motivi per fare nuoto con regolarità

Tutti i vantaggi del nuoto: dal perdere peso al mantenere il colesterolo basso

Nuotare, si sa, fa bene alla salute. Tutti, almeno una volta nella vita, hanno frequentato un corso di nuoto, traendone grandi benefici. Allo stesso modo, quando si fa una bella nuotata, ci si sente subito meglio. Ma quali sono i motivi scientifici e fisiologici per i quali sarebbe bene iscriversi ad un buon corso di nuoto? È proprio quello che vedremo in questa guida, nella quale vi sveleremo ben 5 vantaggi reali e provati dell’attività in piscina.

Nuotare fa bene al cuore e allunga la vita

Secondo una ricerca dell’Associazione Americana del Cuore, basta mezz’ora al giorno di attività fisica per diminuire il rischio di infarto e altre patologie cardiache. Il nuoto rientra perfettamente nella categoria di sport indicati, perché unisce ai benefici del movimento fisico, anche alcuni vantaggi specifici e caratteristici. Nuotare rende il cuore più forte perché migliora la circolazione sanguigna come prima cosa. Inoltre, grazie alle bracciate che si danno in acqua, tutti i muscoli coinvolti (pettorali, delle spalle e delle braccia, delle gambe e gli addominali) si rafforzano, rendendo anche il cuore (che è esso stesso un muscolo) più elastico e forte. Non a caso il nuoto viene anche definito ‘lo sport di lunga vita’. Alcuni ricercatori dell’Unversità della California del Sud hanno seguito nuotatori e non nuotatori per un certo periodo. Ebbene, chi praticava nuoto aveva una probabilità maggiore di vivere più a lungo, circa il doppio per l’esattezza. Non solo, questa probabilità era più alta anche di chi praticava un altro sport come, ad esempio, la corsa. I benefici poi si applicano sia agli uomini che alle donne, e questo rende il nuoto uno sport davvero universale.

Nuotare rende i muscoli flessibili e forti

Chi nuota con regolarità probabilmente ha notato un fenomeno particolare. Via via che passa il tempo, ci si sente più slanciati, quasi più alti. Non si tratta di suggestione, ma di un vero e proprio fenomeno fisiologico. Nuotare tiene il corpo in allenamento innanzitutto, e questo impedisce l’atrofizzarsi dei muscoli, fenomeno che riguarda soprattutto le persone anziane. Con il passare del tempo infatti sembra quasi che l’essere umano si rimpicciolisca. Questo è dovuto proprio al fatto che i muscoli, fatti per essere stirati e contratti, se non vengono usati si atrofizzano. In secondo luogo il nuoto non grava sulla schiena o sulle articolazioni, perché lo sport viene eseguito in assenza di gravità, altro elemento che determina la sensazione di allungamento. Tra l’altro il nuoto è consigliato proprio a chi ha problemi muscolari o articolari. Nuotando, i muscoli si rafforzano, ma non solo. Le ossa stesse si rafforzano, e questo è un vero toccasana per le donne che si trovano nel delicato periodo della menopausa. Nuotando i muscoli si allungano, e questo a lungo andare dona al corpo un’andatura più flessuosa. I nuotatori sono noti anche per la bellezza della schiena, che appare più modellata, ciò che contribuisce a dare a tutto il corpo un aspetto davvero bellissimo.

Nuotare fa dimagrire

Ecco un altro dei benefici per i quali il nuoto viene scelto tanto spesso. Nuotare, come tutti gli sport del resto, aiuta il dimagrimento perché brucia calorie e grasso in eccesso. Il nuoto tuttavia è uno degli sport che fa bruciare più calorie di tutti. Per calcolare l’esatto dispendio energetico associato ad esempio ad un’ora di sport, si dovrebbe conoscere il soggetto specifico. Tuttavia, generalizzando, si può affermare che nuotare un’ora a stile libero possa bruciare fino 350 calorie. Eseguendo uno degli stili più complessi, come la farfalla, il consumo calorico arriverebbe addirittura a 900!

Nuotare combatte il colesterolo cattivo e non solo

Come può il nuoto combattere il tanto famigerato colesterolo cattivo? Semplice, lo fa grazie all’esercizio cosiddetto ‘aerobico’. Grazie a questo tipo di sforzo i livelli di colesterolo nel sangue si mantengono sotto controllo, ma non è tutto. Nuotando in modo aerobico (cioè in poche parole mentre si respira), il tessuto delle pareti delle arterie verrebbe ossigenato, e questo lo renderebbe più resistente. Con l’età infatti questo tessuto (chiamato endotelio) tende a diventare sempre meno flessibile.
Il nuoto si è rivelato efficace contro il diabete, vera piaga dei tempi moderni. Il suo effetto benefico si esplica grazie al fatto che nuotando il livello degli zuccheri nel sangue si mantiene costante, evitando gli sbalzi glicemici.

Nuotare combatte lo stress

Infine il nuoto si rivela potente contro lo stress, per la sensazione di rilassamento che dona stare in acqua. Sembra che possa avere addirittura degli effetti simili a quello dello yoga o delle più antiche pratiche di meditazione, come ad esempio quella ‘trascendentale’ di tradizione vedica. Allora, cosa aspettate ad iscrivervi in piscina?

Articolo Offerta da: Officine Sportive – Palestra Fiumicino