PULIZIA CONDIZIONATORI

Come pulire perfettamente il tuo condizionatore

Ormai è difficile entrare in una casa e non trovare al suo interno un condizionatore, sia esso fisso o portatile.

Il condizionatore è considerato all’unanimità uno elettrodomestico di cui difficilmente siamo disposti a fare a meno nelle giornate torride, senza considerare il fatto che, i sempre più diffusi condizionatori a pompa di calore ci tengono caldi anche in inverno. Per goderci il nostro condizionatore al meglio dobbiamo però prendercene cura! Questo non significa affatto trasformarsi in tecnici esperti: come vedremo insieme più avanti, per una buona pulizia del tuo condizionatore basta seguire pochi semplici passi. Ma perché è così importante utilizzare un condizionatore perfettamente pulito?

 

Perché?

Così come vedi la polvere depositarsi su tutte le superfici di casa, anche nel condizionatore puoi trovare polvere e sporco. Non farti ingannare dal fatto che l’unità sia chiusa: una volta che avrai aperto il condizionatore ti renderai conto di quanta polvere si può accumulare, a volte anche nel giro di qualche settimana, in base all’ambiente in cui il condizionatore è posizionato e per quanto tempo viene tenuto in funzione. 

 

I vantaggi che un condizionatore trae da una pulizia efficace e regolare sono:

  • più efficienza, in quanto raggiungerà la temperatura desiderata con meno dispendio di energia;
  • maggiore longevità, per via delle ottime condizioni che evitano ad esempio di farlo andare in blocco;

 

Ma soprattutto i vantaggi sono per te che:

  • respiri sempre aria pulita, sicuro di non immettere nell’ambiente in cui vivi germi e batteri (che sono la principale causa di disturbi respiratori);
  • non dovrai spendere soldi pagando la manutenzione di un tecnico o addirittura riacquistarne uno nuovo nel giro di pochi anni.

Una particolare cura va poi dedicata alla pulizia del condizionatore portatile, in quanto spesso molti modelli hanno il pannello di fuoriuscita dell’aria rivolto verso l’alto e la polvere raccolta durante il funzionamento dell’elettrodomestico si somma a quella che si deposita su di esso anche quando non è in funzione. Scopri di più sulle caratteristiche dei condizionatori portatili su condizionatori-portatili.com.

 

Quando pulirlo?

Sia esso fisso o portatile, il condizionatore va pulito due volte all’anno

  • la prima in primavera, in prossimità dell’affacciarsi delle giornate più calde. In questo modo quando avrai necessità di utilizzarlo sarai certo di immettere aria assolutamente pulita nell’ambiente in cui vivi.
  • per la seconda pulizia annua va invece fatta una distinzione: se si ha un condizionatore a pompa di calore, che quindi verrà azionato anche in inverno, sarebbe ideale pulire il condizionatore prima dell’arrivo delle giornate più fredde. In caso contrario, se non si possiede un condizionatore che abbia anche la pompa di calore, è bene effettuare la pulizia a fine stagione estiva: il vantaggio sarà rendere la pulizia primaverile molto più semplice ed assicurare un’aria ancora più salubre.

 

Come pulirlo?

Ed eccoci arrivati alla fase più importante, quella in cui vedremo passo passo come puoi pulire facilmente il tuo condizionatore.

STEP 1: STACCA L’INTERRUTTORE DEL CONDIZIONATORE.

In assenza dell’interruttore specifico collegato al condizionatore, stacca l’interruttore generale. Non devi mai iniziare le pulizie del tuo condizionatore in presenza di corrente elettrica perché come puoi facilmente capire è molto pericoloso!

STEP 2: DEDICATI ALLO SPLIT

Lo split non è altro che l’unità interna del condizionatore: per prima cosa rimuovi il coperchio ed esegui una pulizia delle superfici, aiutandoti se puoi con un’aspirapolvere in modo da togliere lo strato più importante di polvere. Dopo di che passa un panno umido e dedicati ai filtri. 

I filtri: estrai delicatamente i filtri del condizionatore, sia per evitare di danneggiarli, sia per evitare di diffondere la polvere che contengono in giro per la stanza. Quindi passa l’aspirapolvere anche su di essi e poi lavali con acqua tiepida ed un sapone neutro. Lasciali asciugare all’aria, ma senza metterli sotto la luce diretta del sole. Se il tuo modello di condizionatore prevede la presenza di carboni attivi elimina quelli esausti e lava con acqua tiepida quelli ancora in buone condizioni.

Le bacchette: è da qui che passa l’aria che fuoriesce dal condizionatore, dunque è fondamentale pulire bene anche questa parte. Ti basterà passare un panno in microfibra con una sgrassatore e asciugare poi con un panno asciutto.

STEP 3: PROCEDI CON L’UNITÀ’ ESTERNA

E’ senza dubbio quella più esposta e di conseguenza anche quella più sporca. L’ideale sarebbe pulirla con un compressore, ma se non ne hai uno a disposizione puoi ovviare con un pennello, passandolo sulle superfici più impervie per poi procedere con un panno umido


Un’ultima, importantissima, raccomandazione: una volta che avrai pulito e rimontato il condizionatore puoi ripristinare la corrente ed avviarlo. Considera sempre di riavviare il condizionatore con la stanza arieggiata e senza che nessuno vi soggiorni per un’ora circa. Questo è fondamentale per permettere di smaltire i prodotti igienizzanti che abbiamo utilizzato durante la pulizia.