Come allontanare i randagi

Come allontanare i randagi

Non è raro che i nostri amici a quattro zampe vengano infastiditi dai cani randagi che circolano nella zona, sia quando sono in giardino che quando li portiamo fuori a passeggio vicino casa. Per allontanarli però non serve assolutamente ricorrere a metodi nocivi, anche perché veleni e simili possono essere ingeriti per errore anche dal nostro cane. 

Ci sono metodi del tutto innocui ed efficaci, attraverso i quali puoi liberarti serenamente dei cani randagi e tornare a goderti la tranquillità con il tuo cane o i tuoi gatti. Vediamo qui di seguito quali sono tutte le soluzioni che puoi adottare per liberarti in modo naturale e definitivo dei cani randagi senza ricorrere alla violenza. 

 

Avvisare le autorità competenti

La prima cosa da fare è sicuramente quella di avvisare le autorità competenti, come la Polizia Municipale. La Polizia Municipale ha infatti il compito, una volta ricevuta la segnalazione da parte di un cittadino, di contattare l’ASI canina. Questa, a sua volta,  interverrà per individuare il problema e risolverlo nel migliore dei modi. La situazione varia però in base al comune in cui ci si trova: l’intervento non è sempre tempestivo e a volte possono occorrere settimane o mesi prima che la segnalazione diventi operativa. Tuttavia, vale sempre la pena tentare, in quanto i cani, una volta prelevati, vengono poi immessi in strutture adeguate per ricevere assistenza e, si spera, essere un giorno adottati.

 

Ricorrere ai dissuasori 

Per allontanare i cani randagi ci sono sul mercato specifici dispositivi detti dissuasori, che utilizzano gli ultrasuoni per infastidire e di conseguenza far allontanare i cani randagi. E’ bene specificare che i dissuasori ad ultrasuoni non sono in alcun modo lesivi per l’animale: semplicemente gli causano un fastidio uditivo e per eliminare il fastidio il cane è costretto ad allontanarsi dalla zona. E’ importante però evitare di causare fastidi al cane e agli animali che tieni in casa, per questo motivo utilizzare correttamente il dissuasore ad ultrasuoni è fondamentale. Innanzitutto, dato che i dissuasori possono essere direzionati, cerca di puntare il suono verso l’esterno della casa, posizionando il dispositivo al confine con la strada. Se gli spazi sono ristretti e pensi che il cane possa soffrirne, valuta se è il caso di tenerlo in casa per qualche giorno, il tempo che i randagi si arrendano al fastidio degli ultrasuoni e cambino strada. Sul mercato esistono diverse tipologie di dissuasori e la scelta del modello giusto con le funzioni più appropriate è fondamentale: sul sito www.dissuasoriultrasuoniclick.com puoi trovare tutte le informazioni su questi utilissimi dispositivi.

 

Repellenti spray

I cani, oltre ad avere un udito sensibile, hanno anche un olfatto molto sviluppato. Per questo motivo anche i repellenti spray possono essere una buona soluzione. Basterà spruzzare il prodotto nella zona dove solitamente i cani randagi stazionano per fare in modo che questi si allontanino, infastiditi dall’odore per loro fortemente sgradito. L’unico difetto di questi spray, come si può ben intuire, è che sono piuttosto volatili ed il loro effetto svanisce in poco tempo: pertanto è necessario intervenire con lo spray in maniera costante fin quando i randagi non avranno cambiato strada. Anche in questo caso presta particolare attenzione nei confronti del tuo cane, quindi: non portare mai lo spray in casa o nelle vicinanze delle sue zone preferite, lava sempre le mani molto bene dopo aver utilizzato il prodotto e non spruzzarlo mai in presenza di vento, in quanto potrebbe, senza volerlo, arrivare in casa. Oltre che per allontanare i randagi, i repellenti spray sono anche utilizzati per dissuadere il proprio cane dal fare i bisogni in casa o in angoli della casa in cui non dovrebbe.