video-conferenze-aziendali

Come realizzare videoconferenze con o senza webcam e avere un’immagine professionale

La situazione di emergenza in atto ha spostato lo svolgimento del lavoro su programmi di smartworking che permettono la comunicazione tra diversi soggetti attraverso dirette streaming. Attraverso l’utilizzo del computer portatile e di programmi come Microsoft Team, Skype e Zoom è possibile realizzare interazioni elevate tra soggetti distanti, in audio e video.

Sono però collegamenti concettualmente molto simili a quelli delle video produzioni in diretta streaming che precedentemente erano in uso negli eventi aziendali svolti dal vivo oppure nei collegamenti Tv che richiedevano l’apporto di diversi soggetti. Ora questi contributi si realizzano con live streaming più o meno interattivo

Chi ha il compito di parlare, ora, è solo, senza l’ausilio di tecnici specialisti nella gestione dell’audio, dell’immagine e delle inquadrature; per questo dovrà sopperire autonomamente a queste mancanze, occupandosi di ognuno di questi aspetti. Sarebbe bene non improvvisare né le riprese né la trasmissione dell’audio. Perciò, bisogna sapere dove posizionare la camera e come regolare luce e sonoro con la stessa modalità che si userebbe per una produzione professionale in diretta streaming.

Luce

La luminosità è uno dei fattori decisivi, se non quello maggiormente importante. Bisogna ricreare una luce naturale e non artefatta. Il soggetto, perciò, non dovrebbe essere illuminato dal retro, perché il suo viso verrebbe oscurato. L’utilizzo dell’impostazione a tre luci (three-point lightning) può aiutare in questo compito; le tre luci devono essere posizionate in questo modo: una dietro al soggetto, le altre due poste una per lato della videocamera (per illuminare le ombre che colpiscono il soggetto). Possono essere usate luci tubolari oppure degli economici fari a led.

Angolazione della camera

Che sia una webcam, un cellulare o una telecamera, dalla sua posizione dipende la percezione del soggetto da parte dell’interlocutore: bisogna evitare di apparire intimidatori (ripresa dal basso, posizione classica del pc sulla scrivania) oppure grotteschi (inquadratura eccessivamente vicina). La camera dovrebbe essere tenuta allo stesso livello degli occhi, per trasmettere apertura e naturalezza, per questo possiamo appoggiare dei libri sul tavolo su cui posare, a sua volta, il pc per far arrivare la telecamera alla stessa altezza dello sguardo.

Suono

Il sonoro deve arrivare chiaro a chi sta parlando con noi. Non basta l’utilizzo del microfono incorporato nei computer portatili, ma bisogna integrare il sistema attraverso l’uso di microfoni levallier da collegare a interfacce usb come Scarlett. Anche l’utilizzo di cuffia e microfono aiuta in questo compito.  La stanza in cui si svolge la ripresa è meglio abbia oggetti fonoassorbenti, come tende o tappeti

Il vestiario

Non bisogna sottovalutare l’incontro in diretta streaming, poiché è un sostituto dell’incontro reale, quindi bisogna dare un’apparenza professionale. Per ottenere una ripresa ottimale bisogna evitare alcuni colori, tra cui: bianco (inganna le camere), rosso vivace (riflette sull’ottica), il nero (si confonde alle ombre e toglie profondità). I limiti legati alla gamma dinamica delle webcam che in questo caso si usano per le dirette streaming o per le video call sono, infatti, molti. Sono da evitare anche camicie o giacche con fantasie elaborate, perché confondo il sensore. Colori consigliati: tinte tenui e uniformi, ad esempio il cobalto.

Ambiente

Bisogna apparire professionali, per questo vanno esclusi dal campo della ripresa elementi che non c’entrano con il ruolo rivestito da chi sta parlando. Evitare anche elementi invadenti come quadri grandi. Librerie e mura spoglie vanno bene come sfondo.

Impostazione e set up

La videochiamata o la conference call sostituisce l’incontro reale e per questo è non meno formale. Molti programmi in uso permettono la condivisione dello schermo, perciò è utile tenere sottomano i files necessari al discorso che si sta svolgendo; così sarà possibile alternare i documenti necessari allo svolgimento della conversazione e la propria ripresa.
Prima che la chiamata inizi, provare l’inquadratura e l’audio per essere sicuri della buona riuscita della call.

 

Ph: christina-wocintechchat-unsplash

/