protatili per creare musica

Come scegliere un portatile per creare musica

A volte per elaborare una musica, basta poco. Ma quando dobbiamo crearla? Allora le cose cominciano a cambiare.

Cercare di gestire una certa quantità di strumenti, convertire ed inserire Plugins, il tutto magari da fare in uno studio specializzato e non esattamente a casa nostra…questo richiede un portatile specifico. Qualcosa di facile da portare e potente, che non richiede un quarto d’ora per elaborare una modifica alla traccia. Qui si parla di mettere in moto musiche senza compressione, con strumenti che richiedono un ottimo comparto processivo e grafico. Se poi possono permettere la connessione di più dispositivi USB avanzati, tanto di guadagnato.

Guardiamo perciò quali sono i portatili migliori per creare musica, ognuno con le sue potenzialità migliori:

Razer Blade Stealth 13…piccolo, potente, stealth.

Il portatile della Razer può apparire principalmente come un prodotto per il Gaming…ed in effetti, lo è. Ma quel che ha per sé è anche molto adatto per creare musica. Per prima cosa, la composizione parla chiaro: CPU i7 8550U con 16Gb di RAM e 256Gb di SSD. E’ presente una scheda video dedicata Geforce GTX 1060, il che significa che ogni minimo impegno grafico verrà assorbito dalla scheda video e lascerà libera la RAM. Quel nel quale brilla questo portatile è anche la dimensione: in soli 13 pollici ed un peso che non supera i 1,35Kg è possibile farci di tutto. Anche lo schermo è molto comodo: la risoluzione Quad HD+ (3200×1800) mette in risalto qualsiasi dettaglio. E’ anche un pannello Touch, il che è indispensabile per questo tipo di lavoro. Di certo non possiamo dimenticare la presenza di porte USB-C incluse, il che significa che potete connetterci numerosi dispositivi USB o qualche componente che richiede una grande quantità d’energia.

Dell XPS 15…più grande nelle dimensioni, magnifico da vedere.

Da subito il Dell XPS 15 si fa notare per una semplice faccenda: lo schermo da 15 pollici e con bordi sottilissimi ed offre così il massimo della veduta disponibile. La composizione è robusta, ma non troppo invasa da funzioni inutili: è anche per questo che questo Notebook costa così tanto (quasi 2000 euro) ma del resto, anche con la composizione non si scherza: Intel Core i7 con 16Gb di RAM, 512Gb di SSD e scheda video Geforce 1050. Incluso nel prezzo anche la versione Pro di Windows 10, per chi vuole sfruttare tutte le funzioni professionali del sistema operativo della Microsoft. Ha disponibile anche una grande varietà di porte che possiamo usare per ogni tipo di dispositivo che desideriamo, fra USB tipo C e normali. Decisamente meno costoso del Razer Blade, anche se leggermente più grande e con uno schermo normale in una risoluzione minore (solo Full HD). Esistono varie versioni del modello XPS 15, ma noi consigliamo fermamente questa per le sue prestazioni, assolutamente necessarie per una buona e veloce creazione di qualsiasi traccia musicale.

Lenovo IdeaPad Y700…qualità per i voglio ma non posso.

Se i costi di questi prodotti stanno iniziando a scoraggiarvi, non disperatevi ancora. E’ possibile trovare attualmente qualche portatile adatto alla produzione musicale pur non pagando per forza cifre enormi. Nel caso dell’IdeaPad Y700 non bisogna pagare più di 1000 euro: quel che otterrete sarà un portatile da 15 pollici con CPU Intel i7 6700HQ con 12Gb di RAM DDR3 e 256Gb di SSD ed una scheda video dedicata Geforce 960M. La Lenovo ha saputo costruire un Notebook dal look aggressivo, con delle casse integrate JBL che danno un’ottima idea della musica che stiamo creando. Si può proprio dire che questo portatile si fa notare immediatamente ed è offerto in una grande varietà di composizioni. Questa è certamente la più interessante, anche se offre una tecnologia leggermente più arretrata rispetto ai modelli più costosi. Comunque nulla del quale indignarsi profondamente, è capace d’affrontare anche le elaborazioni più intense senza rallentare o singhiozzare troppo.

MacBook Pro…raffinatezza made in Apple.

Non si può ignorare che l’Apple offre prodotti particolarmente indicati per studi tecnici e creativi, quasi mai si parla di gioco: pura espressione con la massima efficacia, questo è il motto del Macbook Pro. E’ uno splendido portatile con il quale possiamo accedere ai migliori programmi riserbati solo a MacOS, il sistema operativo dell’Apple.

Un problema può suonare parecchio ovvio: non è un prodotto con il quale potete iniziare subito ad usarlo, specialmente se siete sempre stati abituati a Windows. Ma del resto, se avete a disposizione tutto quello che è richiesto da questo portatile vi sarà affidato il meglio del meglio per questo scopo. La composizione può suonare inferiore rispetto agli altri (Intel i5 con 8Gb di RAM e scheda video Intel Iris Plus 640) ma è tutta condensata per la produttività e l’uso multimediale. Non dovrete aspettarvi giochi o usi resi molto più popolari dai portatili muniti da Windows, ma piuttosto la massima serietà nel campo professionale.

Il modello più piccolo da 13 pollici è già ottimo per questo scopo, ma è disponibile anche il modello da 15 pollici con Touch Bar (una piccola barra che possiamo personalizzare) e molto più potente.

Microsoft Surface Pro…porta la musica dove vuoi.

E non è uno scherzo: il Surface Pro è un computer tutto integrato all’interno d’un form factor da Tablet. Funziona esattamente come un PC, ma può essere portato letteralmente ovunque. La sua composizione conta una CPU Intel i7, 8Gb di RAM ed una SSD da 256Gb.  E’ fornito anche uno stand con tastiera (specialmente per questa versione) ed il suo schermo Pixelsense da 12 pollici non manca di sorprendere per il suo grande grado di qualità. Si tratta d’un prodotto leggerissimo, pesa al di sotto del Kg e può essere usato tranquillamente per ogni scopo creativo. Non è certamente il più potente e non è personalizzato come un prodotto Apple, perciò non aspettatevi di riempirlo di Plugins mentre elaborate una traccia non compressa da centinaia di strumenti…del resto, il suo compromesso sta tutto nella comodità d’uso.