Impastatrice planetaria

Impastatrice planetaria: a presa diretta o a trasmissione?

La cucina è ormai diventata la passioni di molti italiani, che si cimentano con impasti di tutti i generi per soddisfare le proprie voglie, quelle di tutta la famiglia e, perché no, anche quella degli amici. A rendere più piacevole coltivare questo hobby ci sono sicuramente i vari elettrodomestici che ormai popolano la nostra cucina.

Quello più ambito e desiderato è sicuramente l’impastatrice planetaria, lo strumento che fa per noi i lavori più faticosi in cucina, come impastare, montare e mescolare in modo perfettamente omogeneo

La scelta dell’impastatrice planetaria è molto importante, in quanto dalle sue caratteristiche dipendono poi utilizzi molto diversi. Oltre a valutare parametri importanti quali prezzo, capacità e materiali è fondamentale prendere in considerazione il tipo di motore che utilizzano nonché il wattaggio, due cose che, come vedremo più avanti, sono strettamente collegate tra di loro.  

Le impastatrici possono infatti presentare due tipologie differenti di motore: quello a presa diretta e quello a trasmissione.

 

Impastatrice planetaria a presa diretta

Le impastatrici planetarie a presa diretta presentano il motore sulla parte superiore della planetaria e risulta essere direttamente a contatto con i diversi accessori, quali ad esempio gancio, frusta a foglia o frusta a filo. Questo tipo di modelli presentano solitamente un wattaggio inferiore, in quanto, essendo il motore direttamente collegato alle fruste, non si registra nessuna dispersione di potenza, che si concentra tutta nel far lavorare gli accessori. Le impastatrici a presa diretta più famose sono sicuramente le impastatrici Kitchenaid, il top di gamma per questa categoria. Anche la Kenwood ha però fatto una sua linea di impastatrici a presa diretta: sono le famose Kmix, le quali riscuotono un grande successo. Tieni presente che un’impastatrice a presa diretta da 300 W è già da considerarsi di buon livello.

 

Impastatrice planetaria a trasmissione

Al contrario di quanto descritto in precedenza, nelle impastatrici planetarie a trasmissione il motore non è posizionato vicino l’aggancio degli accessori, ma posto sulla base dell’impastatrice stessa. Viene definito a trasmissione perché il motore è collegato al meccanismo di funzionamento tramite cinghie. Il motore così impostato, ovvero lontano dall’attacco degli accessori, determina però una dispersione di potenza. E’ per questo motivo che le planetarie a trasmissione presentano spesso un motore più potente rispetto a quelle a presa diretta e quindi un wattaggio superiore. Considera che per raggiungere la stessa potenza che raggiunge un motore di 300 W a presa diretta, dobbiamo scegliere una impastatrice con una potenza di circa 1200 W. Le planetarie a trasmissione migliori sono senza dubbio quelle Kenwood, appositamente studiate per avere un motore così potente sono anche dotate di una struttura solida in modo tale da attutire bene la potenza del motore.

In conclusione, quando stai per acquistare una impastatrice planetaria non soffermarti mai solo su un singolo aspetto, ma soprattutto, quando ti troverai difronte alla scelta tra impastatrici che presentano potenza diversa valuta bene se si tratta di motori a presa diretta o a trasmissione: chiedi consiglio o informati bene, questo piccolo dettaglio potrà davvero fare la differenza sull’utilizzo futuro della tua impastatrice planetaria!