video tutorial

Come fare promozione aziendale usando video istruzioni e video tutorial

Vantaggi per l’ azienda dei video tutorial pubblicati regolarmente sui canali sociali

Video tutorial, video corsi e video lezioni sono un potente strumento di marketing per le aziende. Assicurano un duplice vantaggio: mostrano il funzionamento di un macchinario a chi l’ha già acquistato, fornendo un prezioso servizio post-vendita, e offrono informazioni esaustive ai potenziali clienti, prendendoli per mano lungo il percorso di acquisto.

In altri termini, i video istruzioni e le video guide sono produzioni a carattere non strettamente promozionale che permettono ai potenziali clienti di comprendere a fondo il funzionamento di un apparecchio e di prendere una decisione ragionata circa il suo eventuale acquisto. Ciò aumenta il grado di fiducia dei potenziali acquirenti nei confronti dell’azienda e, di conseguenza, le vendite.

Tuttavia, la produzione di un video tutorial di qualità medio-alta  richiede competenze e molto lavoro, che spesso tendono a essere sottovalutati dalle aziende. Realizzare dei video a scopo informativo o didattico, infatti, è più complesso rispetto all’organizzazione di dimostrazioni dal vivo o in diretta streaming.

Alcuni dati sull’uso dei video tutorial

L’utilità dei video tutorial è comprovata dal largo uso che le persone ne fanno, in particolare dopo aver effettuato l’acquisto di un macchinario. Una conferma in tal senso ci viene da un sondaggio effettuato da TechSmith, un’azienda leader nella produzione di software, secondo cui il 53% delle persone è solito guardare due o più video didattici a settimana. Le persone preferiscono guardare contenuti visuali piuttosto che consultare i manuali di istruzione e ciò pare ancor più evidente negli ambiti tecnologicamente avanzati come quello dei macchinari per la produzione industriale, in cui sono realizzati molto speso abbinando video reali e contributi con animazioni in 3d virtuali

Perché è un vantaggio per l’ azienda seguire la produzione di video tutorial?

I video tutorial soddisfano efficacemente due bisogni essenziali con cui ogni realtà aziendale viene a contatto, ovvero quello di tipo didattico-formativo e quello promozionale.

Investire nella produzione di video guide, per un’azienda, significa ottimizzare il processo di formazione del personale, sia interno che esterno, e avere sempre a portata di mano uno strumento pratico per svolgere i periodici lavori di manutenzione dei macchinari, ambito in cui si affiancano e si integrano con contenuti in realtà aumentata.

I video ‘how to’, inoltre, rappresentano il miglior biglietto da visita per un’azienda che cerchi di raggiungere i clienti, o i potenziali tali, tramite la condivisione e l’utilizzo di contenuti sui social network. In primo luogo, la promozione di video tutorial sulle piattaforme web favorisce la fidelizzazione dei clienti, mettendo a loro disposizione materiale utile e di valore anche in una fase successiva alla vendita; in secondo luogo, genera fiducia nei potenziali clienti, dando loro la possibilità di apprezzare nella sua interezza il funzionamento di un macchinario senza che si renda necessario acquistarlo.

La condivisione di materiale didattico su piattaforme come il canale aziendale YouTube permette di far conoscere il proprio prodotto a un bacino di utenti potenzialmente illimitato, il che è un ulteriore vantaggio che dovrebbe incoraggiarne la pratica. Tuttavia, si tenga presente che una simile esposizione porta con sé anche alcuni, inevitabili effetti collaterali: l’algoritmo di YouTube ragiona per interessi e tenderà a mostrare agli utenti che avranno visualizzato il nostro video anche quelli della concorrenza. Fortunatamente, se il nostro video è realizzato con tutti i crismi, la comparazione con i video dei competitors giocherà ancora una volta a nostro favore e aumenterà a dismisura il nostro valore percepito.

video tutorial

pneonbrand-unsplash

Tipi di video istruzioni

I video incentrati sul ‘come fare‘ o sulla comprensione di una particolare materia possono essere di vario tipo. Ecco una lista delle tipologie di video istruzioni più utilizzate:

Micro video

I micro video sono dei video ‘pillola‘, ovvero dei concentrati didattici, in genere della durata di un minuto o meno, che mirano all’insegnamento di un unico argomento molto specifico. Sono utilizzati per venire incontro alle scarse capacità di attenzione del consumatore medio.

Video tutorial

Conosciuti anche come video ‘how to’, i video tutorial consistono in una serie di istruzioni dettagliate atte a insegnare come svolgere un particolare processo, compito o procedimento. Per quanto la loro durata raramente superi i 10 minuti, per essere realizzati, i video tutorial necessitano di una produzione di carattere professionale.

Video di formazione

I video di formazione, come suggerisce il nome stesso, puntano alla formazione o all’aggiornamento di specifiche figure professionali. Per via dell’importanza del compito che svolgono, spesso si inseriscono in un percorso formativo complesso e più articolato che prevede sessioni di training in aula.

Explainer video

Gli explainer video sono contenuti visivi di durata inferiore ai due minuti, utilizzati per spiegare in maniera divertente e accessibile un singolo concetto – spesso legato al mondo del business – o il funzionamento di un singolo prodotto. Per raggiungere il loro obiettivo, i video esplicativi generalmente si avvalgono di animazioni in 2d.

Presentazioni

Le presentazioni non sono altro che conversioni in video di presentazioni PowerPoint. Vengono messe a disposizione di tutte quelle persone che non possono assistere a un determinato evento in diretta. La loro durata è superiore rispetto a quella di un classico video tutorial.

Video Screencast

I video screencast sono registrazioni video effettuate durante la condivisione dello schermo del pc. Solitamente mostrano una serie di passaggi per svolgere un compito o un procedimento. Seppur simili per certi versi ai tutorial, si differenziano da questi perché più veloci e informali.

Video tutorial, ma ben prodotti

La realizzazione di video tutorial e video istruzioni, soprattutto quando questi sono volti alla spiegazione del funzionamento di sistemi produttivi industriali, dovrebbe sempre avvelarsi di competenze professionali ed essere quindi delegata a case di produzione specializzate non solo nelle arti visive, ma anche nella scelta e nella gestione dei contenuti. Di contro, una produzione di tipo amatoriale rischia concretamente di sminuire l’oggetto del video, ovvero il prodotto, fulcro della propria attività.