muffa sui muri

Come togliere la muffa dai muri: i migliori metodi per eliminarla definitivamente!

Almeno una volta nella vita ti sarai trovato a combattere contro la muffa, che regolarmente compare sulle pareti della tua casa.

È un problema tanto comune quanto fastidioso e pericoloso. Infatti la presenza di muffa sui muri di un’abitazione, oltre ad essere antiestetica e causa di cattivi odori, è anche pericolosa per la tua salute in quanto può provocare problemi respiratori, emicranie e altri disturbi simili (come spiegato anche nel rapporto su umidità e muffe redatto dal Ministero della Salute).

Le cause che portano la muffa a formarsi su di una parete possono essere molteplici. Difatti questo tipo di fungo prolifera in ambienti molto umidi e poco ventilati, tipici ad esempio di bagni senza finestra, dove è consuetudine che si formi molta condensa, oppure su muri che sono esposti alle intemperie, o che poggiano su un terreno particolarmente umido, e che sono poco arieggiati.

Inoltre è possibile che la muffa si formi a causa di un’infiltrazione di acqua all’interno del muro stesso. In questo caso, che è ben più grave e complesso della semplice presenza di umidità, si dovrà ricorrere all’aiuto di un esperto, o a rimedi più pesanti.

Invece se nella tua casa i muri sono solo umidi, e cerchi dei modi per sbarazzarti della muffa in maniera veloce ed efficace andiamo a vedere insieme i vari metodi che potresti utilizzare.

Candeggina

Ebbene si, oltre ad altri svariati usi, la candeggina può tornarti utile anche per sbarazzarti di quelle odiose macchie che si ripresentano ogni volta sui tuoi muri. Avrai sicuramente in casa un fustino di candeggina che usi per pulire ogni superficie della tua abitazione, e perché non usarla anche sui muri?

La candeggina infatti ha un grande potere disinfettante che è in grado di eliminare la muffa, visto che questa non è altro che un fungo. Dovrai spruzzare il prodotto direttamente sulle parti incriminate, aspettare qualche minuto e poi strofinare fino a che la macchia non sia andata via completamente. Attenzione a usarla solo su pareti con vernici tendenti al bianco visto che la candeggina tende a sbiancare le superfici con le quali entra a contatto.

La cosa migliore però sarebbe, dopo aver eliminato le macchie, dare una rinfrescata alle pareti rimbiancandole. Per eseguire questa operazione dovrai stare attento a tenere ben arieggiato l’ambiente, in modo da non inalare i fumi della candeggina, e proteggerti le mani con dei guanti.

Bicarbonato di sodio

Anche il bicarbonato corre in tuo aiuto per combattere la muffa. Anche lui trova largo spazio nella pulizia e disinfezione della casa e degli alimenti. Infatti grazie a queste sue proprietà antibatteriche è in grado di eliminare la muffa, ma anche a prevenirne la ricomparsa. È più indicato usarlo in combinazione ad altri ingredienti, come l’aceto ed il sale grosso.

Per realizzare un detergente antimuffa ti basterà versare in 200 ml di acqua un cucchiaio di bicarbonato, insieme a circa 100 ml di aceto e due cucchiai di sale. Una volta creata la soluzione dovrai spruzzarla sulle parti interessate e attendere qualche ora. Dopodiché dovresti notare che la muffa piano piano andrà scomparendo, fino a staccarsi del tutto, lasciando il muro finalmente pulito. In alternativa puoi strofinare con una spugna dopo aver spruzzato il prodotto.

Un consiglio è quello di spruzzare periodicamente sulle pareti a rischio questa soluzione in modo da prevenirne la ricomparsa.

Acqua ossigenata

Anche questo tipo di disinfettante si rende efficacie alla rimozione della muffa. Dovrai munirti di acqua ossigenata a 130 volumi, che puoi facilmente trovare in ferramenta, per poi diluirla, nella quantità di due bicchieri, in un litro di acqua calda.

Dopodiché con una spugna dovrai strofinare e pulire la parete fino a che non tornerà bella pulita. Anche in questo caso è consigliabile usare guanti e una protezione per gli occhi.

Prodotti specifici

Puoi sbarazzarti della muffa anche acquistando dei prodotti specifici, che potrai trovare in ferramenta o nei negozi fai da te, come ad esempio spray antimuffa o vernici apposite che ne ostacolano la ricomparsa.

In conclusione

Come abbiamo visto, i metodi su come togliere la muffa in casa sono molti e validi non solo per i muri, ma ovunque ti troverai a dover “combattere”con questo fastidiosa presenza: per esempio, negli armadi, sui vestiti, o ancora sui tessuti.

Per questo è molto importante prevenire e limitare la ricomparsa di questo fastidioso problema, per esempio adottando dei piccoli accorgimenti: esempio evitare di stendere il bucato in casa, tenere sempre arieggiate le stanze più sensibili a questo problema, come può essere il bagno o la cucina, e controllare periodicamente lo stato delle tubature per evitare gravi infiltrazioni di acqua.