live streaming

Come trarre vantaggio dalla diretta in streaming dopo l’evento

Dirette streaming come strumento di marketing non solo durante ma al termine di un evento aziendale

Il coronavirus ha causato un’improvvisa interruzione di ogni evento organizzato per il lancio delle aziende e del loro prodotto.
In conseguenza a questo, come abbiamo visto, tutti gli eventi che contemplavano la partecipazione di un pubblico sono stati interrotti fino al 2020 di certo e molto facilmente anche nel 2021: sospese o rimandate convention, open house, fiere e congressi.
E’ proprio così che ad oggi si è sviluppata più che mai una trasposizione in streaming e in digitale di ciò che doveva essere goduto in prima persona dal pubblico.
Come i congressi, gli open house aziendali, le conferenze e le convention. O anche per la promozione di un prodotto o di una vettura: in questo caso partecipare ai live streaming permette di rafforzare il senso di appartenenza alla community. O ancora per quegli ambiti di nicchia, con un accesso riservato a quei pochi clienti privilegiati, come ad esempio i backstage messi a disposizione solo per una certa fascia di pubblico. Però ciò che viene spesso trascurato è il piacere che un evento live continua a diffondere anche dopo che si è concluso.

Diretta streaming. E poi?

La registrazione dei discorsi dei relatori, dopo essere stata trasmessa in diretta streaming, rimane come filmato on demand; spesso diventa uno stimolo a registrarsi anche per l’evento del successivo anno. Il beneficio può trovare spazio nelle attività previste dopo la fine dell’evento, come mailing o blog, attività di recall naturalmente divulgati su canali sociali.

Ciò che viene mandato in onda quindi non smette di esistere alla fine della diretta live streaming, al contrario, comincia ad avere dei nuovi cicli di vita, così da massimizzare la rendita dell’investimento realizzato per la messa in onda dal vivo.
Chiaramente non son mai live girati con un cellulare, o realizzati attraverso l’uso si una camera sola. La cosa migliore è quella di avere almeno tre o quattro camere che si alternano con una regia a dei contributi. Così si avranno alla fine dell’evento dei contenuti più interessanti che verranno erogati.

Vi sono diversi modi di intendere il live in streaming di un evento aziendale, sia che tratti di prodotti, contenuti o macchinari: qui vengono indicate diverse modalità per eventi in diretta in streaming con interlocutori in remoto, oppure in modo monodirezionale dalla medesima location o in modo interattivo coinvolgendo sedi diverse, sfruttando tecniche affini a quelle delle videoconferenze.

News YouTube diretta

Ph annie-spratt-unsplash

Il live streaming, la seo e l’ indicizzazione di contenuti

Sicuramente c’è un interesse prima dell’evento: Facebook infatti dichiara esplicitamente di dare alla diretta streaming la priorità nel suo algoritmo dei feed.
Dal passato 11 settembre, Google decise di trasformare il modo di catalogare le notizie al fine di incoraggiare contenuti mai visti. E i programmi live mandati in onda venivano individuati dall’ algoritmo di YouTube come vere e proprie “notizie”.
Così facendo questi vengono catalogati con più rapidità, ma acquisiscono oltretutto un miglior ranking dopo essere stati pubblicati.
I video trasmessi in diretta streaming hanno generato dei vantaggi per quanto riguarda la Seo sia prima che nel corso dell’evento;  su YouTube l’ evento digitale se ben pubblicizzato, porta a un maggiore coinvolgimento di coloro che stavano a guardare ma soprattutto di coloro che intervenivano.

La diretta streaming e la presentazione aziendale on demand

Per i relatori accompagnare le presentazioni PowerPoint con una parte video è un buona escamotage per mantenere alta l’attenzione; in questo modo questi possano poi essere trasmessi live durante il discorso e associati alle immagini registrate in sala. In questa maniera la regia ha un’ulteriore possibilità oltre a quella dell’uso delle camere.

L’importante è non annoiare, non lasciare gli schermi con immagini fisse (motivo per il quale le presentazioni PowerPoint, nonostante vengano abbinate a contributi video, funzionano poco da sole).
E’ interessante notare come dal punto di vista del marketing e dell’engagement, sia utile organizzare diversi eventi dal vivo, in modo da fidelizzare coloro che li seguono e poterne aumentare il numero man mano che il tempo passa.
Ovviamente, come in ogni operazione on line, deve esserci un incoraggiamento all’azione alla fine dell’evento, come un invito, un’iscrizione a un ulteriore canale sociale, o solamente a interagire all’interno della chat.
E’ fondamentale riuscire a stimolare e semplificare l’iterazione del pubblico al termine di uno streaming.

Canale Aziendale YouTube

ph: ytcount–unsplash

Un canale aziendale YouTube: premiere, live streaming, playlist

L’impresa ha l’opportunità attraverso un canale aziendale su YouTube non solo di creare dirette streaming, ma anche quella di realizzare Premiere, ovvero dei filmati on demand, gestite però come se fossero eventi live, rendendo possibile la comunicazione con un pubblico, senza però preparare la diretta streaming.
Volendo presentare un prodotto, o pubblicizzarlo, la cosa più opportuna da fare è servirsi dei filmati on demand, ovvero dei video registrati e reperibili su richiesta dell’utente e del momento da lui favorito. Questi tipo di video sono adattabili a qualsiasi situazione: dalla dimostrazione di come funziona un prodotto ai demo di macchinari, o anche interventi di diversi relatori. Questo è un approccio molto interessante se abbinato all’erogazione di video tutorial , in cui gli utenti possano porre domande, anche solo via chat

Infatti, poter vedere nuovamente dei video che trattano un solo argomento è proficuo per coloro che ne fruiscono; gli argomenti potrebbero essere approfonditi maggiormente proprio grazie all’attenzione riservata a un solo argomento di cui si vuole parlare. O in altro modo può anche infondere sicurezza in coloro che hanno investito nella costruzione e nello sviluppo di qualcosa. Basta pensare ad esempio ad un filmato in time lapse della costruzione di cantieri.
YouTube comprende la funzione che permette di dar vita a playlist nelle quali si possono inserire video divisi per argomento. Una funzionalità molto utile che dà allo spettatore la possibilità di vedere nuovamente i momenti clou di una live o anche di presentazioni precedentemente registrate.
Inoltre, questo espediente torna utile anche quando gli spettatori non hanno la possibilità di partecipare alle dirette, ma in particolare per le diverse velocità della rete a disposizione degli spettatori.
Quindi la playlist, oltre a porre in risalto le tematiche che l’evento ha affrontato, fa sì che i contenuti siano disponibili a qualsiasi persona, in qualsiasi momento.