Ascia spaccalegna, cosa valutare prima di procedere all'acquisto? 1

Ascia spaccalegna, cosa valutare prima di procedere all’acquisto?

Cosa guardare prima di scegliere la propria ascia spaccalegna?

Scegliere un’ascia spaccalegna, tra i tantissimi modelli oggi in commercio, non è affatto semplice come sembra, tanti sono gli aspetti da valutare, ma sopratutto appare opportuno prima di tutto chiedersi, che tipo di attività dovrò andare a svolgere con la mia ascia spaccalegna? 

Esattamente, prima di entrare nel merito delle diverse categorie di asce da spacco  oggi a disposizione, è sempre meglio prima sottolineare come per procedere ad una rapida selezione, sia quantomeno necessario prima di tutto, comprendere a cosa mi servirà questo strumento. Facciamo questa premessa in quanto oggi sono tantissime le soluzioni disponibili a seconda delle diverse modalità d’uso, senza sottolineare l’eccezionale interesse oggi presente verso i diversi modelli di ascia spaccalegna innovativa, particolarmente richiesta nel mondo outdoor.

 Ascia spaccalegna per outdoor:

Questa categoria di prodotti, si caratterizza per essere di piccole dimensioni, fornite con apposite custodie compatte pensate per facilitarne il trasporto. Un esempio classico di ascia spaccalegna innovativa per outdoor, sono i modelli di ascia Fiskars x5. Questi strumenti ad oggi risultano particolarmente apprezzati dagli escursionisti amanti del bushcraft che spesso rischiano in escursione di dover spaccare più tronchi per generare legna sufficiente per un fuoco, situazione difficilmente gestibile con la sola strumentazione ordinaria.

Un’altro aspetto rilevante che riguarda queste asce spaccalegna innovative sono proprio le diverse funzionalità che riguardano questi strumenti, che spesso nascondo al loro interno, diversi accessori utili in escursione come seghetti pratici per finire di separare il tronco, dopo lo spacco.

Ascia da spacco professionale da lavoro:

A differenza della precedente categoria di asce spaccalegna, queste ultime si caratterizzano per essere di medio grandi dimensioni dal peso di 1,5 kg. Questi strumenti sono meno facili da trasportare ovviamente, e si prestano per lo più ad un utilizzo di tipo lavorativo. Si prestano perfettamente allo spacco di tronchi di dimensioni di 20 25 cm di diametro, la dimensione ideale generalmente utilizzata nelle stufe o nei camini.

Il manico di questi prodotti non supera generalmente i 60 cm, ed offre all’utilizzatore una certa manovrabilità.

Mazza spaccalegna:

In fine, tra gli strumenti da lavoro più richiesti certamente ricordiamo la mazza spaccalegna anche nota come mazza da spacco. Quest’ultima si caratterizza per essere di dimensioni ancora maggiori rispetto all’ascia da spacco professionale. Dal peso di circa 4/5 kg in genere, si presenta come meno maneggevole, rispetto agli altri modelli. Il maggior peso però si presta allo spacco di tronchi di maggiori dimensioni (oltre i 30 cm.)

Tra le caratteristiche principali aventi ad oggetto la mazza da spacco, si osserva come questa disponga di una scure da un lato e una mazza dall’altro. La presenza della mazza, nella parte posteriore della scure, offre un maggiore peso alla mazza che colpendo con più forza il tronco entra in maggior profondità. La mazza ha inoltre un ulteriore funzione, poiché può essere utilizzata in combinazione con un cuneo da spacco esterno successivamente inserito nello spacco generato, al fine di ampliare lo stesso con l’intervento di colpi successivi.

In Conclusione:

Questa breve descrizione, ha il fine di aiutare i tanti lettori desiderosi di acquistare la propria ascia spaccalegna, ad orientarsi tra le diverse tipologie di ascia da spacco disponibili. Lo scopo è dunque quello di aiutare a comprendere come ogni articolo sia rivolto ad uno scopo specifico non potendo pretendere di poter spaccare qualsiasi genere di tronco con qualsiasi tipologia di ascia da spacco.