camping in tenda

Come curare l’igiene in campeggio? Consigli per il camper e la tenda

La vacanza in campeggio è da sempre la scelta favorita di chi ama il contatto con la natura, preferendo alle comodità una soluzione più spartana ed autonoma.

Ma come curare al meglio la propria igiene personale quando si viaggia in camper o si dorme in tenda?
Al giorno d’oggi è molto più semplice di quanto si possa immaginare –soprattutto per chi frequenta aree camping attrezzate, dotate di bagni, docce e spesso pratico angolo lavanderia– ma seguendo questi consigli anche chi sceglie il campeggio per la prima volta rimarrà piacevolmente sorpreso.

Il beauty case del campeggiatore

Che decidiate di partire con camper, furgone camperizzato oppure fermarvi con la vostra tenda, ci sono quattro prodotti essenziali che non devono mai mancare nel vostro beauty case: sapone, shampoo, detersivo per bucato e detersivo per piatti. La scelta migliore è quella di acquistarli biodegradabili, sia per una questione di rispetto nei confronti dell’ambiente sia perché, soprattutto per quanto riguarda i detersivi, alcuni campeggi lo richiedono. A fronte di una spesa irrisoria la vostra impronta ambientale sarà minima e la natura vi ringrazierà. Una soluzione ottima sono, ad esempio, gli shampoo solidi, che occupano meno spazio di un flacone e producono poca schiuma.
Oltre agli essenziali, ecco cos’altro vi sarà utile per l’igiene quotidiana:

  • carta igienica
  • salviette umidificate biodegradabili per la pulizia (intima e non)
  • deodorante
  • dentifricio e spazzolino
  • crema idratante
  • tagliaunghie
  • spazzola o pettine
  • asciugacapelli portatile

Nella valigia, invece, non possono mancare ciabatte infradito o tipo crocs, da indossare per accedere alle docce. Per quanto riguarda invece asciugamani e accappatoio è bene optare per quelli in microfibra: occupano poco spazio, sono leggeri e si asciugano molto velocemente una volta stesi, specialmente nella bella stagione.
Durante questo tipo di vacanza, una cura attenta meritano mani e piedi, più soggetti a micosi e irritazioni: basterà lavarli bene e asciugarli accuratamente, soprattutto dopo escursioni in montagna ma anche al mare, per eliminare sabbia e salsedine.
Importante è anche indossare sempre vestiti puliti. Qualora vi trovaste in un campeggio non attrezzato o anche solo per un’autonomia maggiore, avere una bacinella pieghevole è un’ottima idea. Occupa poco spazio una volta lavata e ritirata e vi permetterà di fare un bucato veloce a mano; si può utilizzare anche per lavare i piatti. Non dimenticate corda e mollette per stendere il bucato.

Come mantenere tenda e camper puliti

Lo spazio in cui vi ritirate per dormire dopo una lunga giornata dev’essere il più possibile ordinato e pulito: munitevi di scopa pieghevole per spazzare e di sacche impermeabili dove riporre le vostre scarpe a fine giornata. Evitate di lasciare vicino alla vostra piazzola avanzi di cibo che potrebbero attirare formiche o altri animali e buttate sempre i rifiuti negli appositi cassonetti.

L’igiene nel campeggio libero

Qualche accorgimento ulteriore merita la sosta nel campeggio libero, consentita in Italia solo in alcune regioni mentre più diffusa in altri paesi europei. Se viaggiate in camper non avrete molti problemi in quanto potrete usufruire di bagno e doccia all’interno dello stesso. Viceversa se vi accampate in tenda o viaggiate con furgone camperizzato, questi consigli vi saranno utili:

  • usate i bagni pubblici il più possibile durante il giorno, prima di accamparvi per la notte
  • munitevi di una doccia solare portatile e relativa tenda
  • considerate l’acquisto di un wc chimico portatile da campeggio
  • se preferite sciacquarvi nei corsi d’acqua non usate assolutamente detergenti