food marketing

Food Marketing a che serve?

Cos’è il Food Marketing e a che serve? Ma soprattutto, come fare per portare nuovi clienti nel proprio ristorante?

Il Food Marketing

A che serve il Food Marketing? Ad aumentare il numero di clienti e l’importo dello scontrino medio del tuo Ristorante. Ti piace come risposta?

Il Food Marketing è l’attività che si occupa della promozione del settore food. In questo settore rientrano produttori, rivenditori, locali per la ristorazione, ma anche bar, cantine ed enoteche.

Oggi il food marketing viene applicato soprattutto al settore digitale, il quale ha una capacità di penetrazione maggiore rispetto alla pubblicità classica. In questo caso si parla di digital food marketing.

Fare food marketing è una vera e propria scienza, una strategia che va pianificata accuratamente in tutti i suoi aspetti, dall’ideazione dell’idea, fino alla gestione delle  crisi.

Gli strumenti più utilizzati sono il sito web, i social, l’email marketing e altre strategie che rientrano all’interno di un funnel. Da questo capirete che fare pubblicità ad un locale, non può limitarsi solamente alla mera pubblicazione di post su facebook o Instagram.

Certo è che i social sono uno strumento molto potente ma bisogna saperli includere in una strategia globale per avere una speranza di avere successo.

La complessità della promozione in questo settore è testimoniata dalla nascita di figure specializzate, marketer che si sono specializzati nello specifico nel food marketing.

Strategie di Food Marketing: lo Storytelling

Uno degli strumenti più potenti che abbiamo a disposizione per la promozione del settore food è lo storytelling, ovvero il raccontare delle storie. Oggi il cibo non è più solo mangiare ma è voler vivere un’esperienza a 360° che non riguarda solo il gusto. Il cliente vuole essere coinvolto emotivamente e il miglior modo per farlo è raccontare una storia che veda protagonista lui e il cibo.

Grazie a questa tecnica è possibile far percepire il valore di quello che si sta acquistando, o meglio, consumando. Oggi non compriamo prodotti, compriamo esperienze. I clienti che affollano i ristoranti non vogliono solo mangiare bene (quello lo danno per scontato), vogliono emozionarsi vivendo un’esperienza.

Raccontare delle origini dei prodotti, raccomandare degli abbinamenti, entrare nello specifico della cottura e far entrare il cliente a contatto con la realtà del ristorante è il tipo di esperienza che il cliente cerca.

Food Marketing Locale

Per farsi conoscere ed estendere la propria attività, è necessario quindi che le piccole e grandi imprese sviluppino progetti di food marketing. Quello che ancora manca oggi, a livello locale, è la cultura del food marketing.

A livello locale, questo gap potrebbe tradursi immediatamente in un vantaggio, sapendo utilizzare i numerosi strumenti messi a disposizione dal web, nonché la portata ampia di persone che questi possono aiutare a raggiungere.

Larry Page, fondatore di Google diceva che per avere successo nel lavoro dovresti fare sempre qualcosa più degli altri. Se fai molto di più diventerai incredibilmente ricco.

Questa frase non è stata messa qui sopra tanto per dire, ma fotografa esattamente la situazione attuale delle piccole realtà di zona. Quanti ristoratori della tua zona stanno facendo di più rispetto a te? Scommetto che a parte qualche post su facebook o instagram, per il resto la situazione è piatta.

Ecco, prova a fare quel tantino in più sfruttando il Food Marketing e poi guarda i risultati.

 

/