scarpiera slim

A cosa serve una scarpiera slim

Scarpe in giro per tutta casa o scarpiere extra large che non sai più dove posizionare? Per venire incontro a questi problemi è nato un modello particolare di scarpiera, la scarpiera slim. Non è altro che una scarpiera con un ingombro minimo e una resa visiva molto particolare (ammesso che tu non la voglia nascondere dietro una porta). 

Il suo successo è dato proprio dal fatto che la domanda si sta spostando sempre più verso parametri legati allo spazio piuttosto che alla capienza. Le persone preferiscono averne due slim piuttosto che una scarpiera normale ma con un ingombro importante.

Vediamo quindi a cosa serve una scarpiera slim e perchè dovresti considerare l’idea di prenderne (almeno) una.

Risparmio di spazio

Il vantaggio principale di una scarpiera slim è il suo ingombro minimo. I modelli di questo tipo possono arrivare ad essere profondi solo 17 centimetri, possono essere a muro o con piedini e accogliere diverse decine di scarpe a seconda della loro altezza. Mediamente una scarpiera che occupa poco spazio ha una profondità di 25 centimetri.

Questo modello salvaspazio è l’ideale per sfruttare angoli della casa altrimenti inutilizzati, come ad esempio corridoi, piccole pareti in bagno e disimpegni ristretti. Al suo interno trovano posto scarpe da ginnastica, scarpe eleganti o scarpe da donna con tacco. Gli unici modelli di calzature che normalmente non stanno al loro interno sono gli stivali, proprio a causa della scarsa profondità. 

Le scarpe possono essere inserite all’interno di una scarpiera slim con facilità e spesso è dotata di comodi ganci in gomma antigraffio ideali per i tacchi.

Design moderno

La scarpiera slim è un modello di scarpiera non solo funzionale ma anche di forte impatto visivo. Il loro essere minimal e la loro scarsa profondità, infatti, le rende dei complementi d’arredo di design e perfetti per stili di ogni sorta, da quelli scandinavi (votati al shabby chic) a quelli più classici ed eleganti che virano al neoclassico.

Il colore è chiaramente il primo elemento che salta all’occhio. Non ci sono solo versioni in total white, ma anche riproduzioni delle essenze lignee tipo rovere o noce (perfetti per uno stile nordico) o effetti marmorei (molto chic).

Anche i sistemi di apertura possono essere molto sofisticati e moderni. Una scarpiera slim può aprirsi grazie ad una tenda ad avvolgimento automatico verticale, ad esempio, che scorre su guide in alluminio con profili antipolvere e può essere realizzata in fibra di vetro effetto tessuto. 

Ci sono poi scarpiere a specchio con specchiera a figura intera che le trasforma in un oggetto di arredo vero e proprio, soprattutto in camera da letto. Infine non dimentichiamo i modelli con sistema di apertura con anta scorrevole ad uscita a sbalzo senza binario esterno, ideale per limitare l’ingombro del mobile. 

Posizioni nascoste

La vera comodità di una scarpiera slim consiste nella possibilità di “nasconderla” dove preferisci. Del resto è fatta per ospitare scarpe ed è comune posizionarla in punti nascosti della casa. Qualche esempio?

  • Dietro la porta del corridoio o della camera da letto
  • In un angolo dell’ingresso
  • Accanto al mobile della sala o a una libreria di design
  • Nel sottoscala o nel sottotetto

La scarpiera slim occupa così quelle zone che spesso rimangono inutilizzate o che sono già strette e non è conveniente restringere.

Dove acquisto una scarpiera slim?

Ti basta avere i dati sugli ingombri e sul colore, non ti serve toccare con mano una scarpiera slim. Per questo motivo online si trovano tanti e-commerce di interior design che mettono a disposizione modelli di scarpiera slim poco ingombranti e in colori alla moda. Ti basta scegliere quello che preferisci e la tua scarpiera arriva comodamente a casa. Inoltre, solitamente sono molto semplici da montare, hanno solo pochi pezzi e qualche bullone. Nulla di più semplice.