piattaforme aeree

Come lavorare in quota? Dove acquistare una piattaforma aerea?

Le piattaforme aeree sono una tipologia di macchina da lavoro che permette di sollevare e stazionare in quota gli operatori senza dover ricorrere ai classici ponteggi o trabattelli.

Le piattaforme aree sono principalmente impiegate nei settori edili ed impiantistici e negli anni hanno avuto una notevole diffusione sul mercato italiano da parte di molte aziende noleggiatrici.

Vediamo alcuni cenni storici di questi strumenti di lavoro.

Cenni storici delle piattaforme aeree

Da sempre, eseguire i lavori in quota sono delle attività delicate e pericolose che richiedono molta attenzione da parte degli operatori.

Prima che le piattaforme aeree arrivassero sul mercato, ci si affidava ai ponteggi e alle impalcature per portare in quota gli operatori e permettergli di svolgere i lavori.

Nel 1969 venne sviluppato il primo prototipo di piattaforma aerea negli Stati Uniti da parte dell’inventore John L. Groove, fondatore della JLG Industries. L’obiettivo era quello di poter lavorare in quota nella maniera più agile e sicura possibile di quanto lo permettessero i ponteggi.

A metà anni ’70 venne introdotta la prima piattaforma aerea di lavoro “verticale” a pantografo e nel tempo, questi sistemi si sono sviluppati via via sempre di più.

Analizziamo nel prossimo paragrafo quali sono le tipologie di piattaforme più richieste.

Le tipologie di piattaforme aeree

Le piattaforme aeree sono utilizzate per sollevare carichi dal peso elevato ad un’altezza desiderata. Sul mercato sono disponibili una varietà di modelli e soluzioni adattabili a differenti necessità di utilizzo.

Vediamo quali sono le tipologie di più comuni di piattaforme aeree disponibili in commercio:

  • Piattaforme verticali: si muovono solamente in verticale e sono utilizzate per sollevare piccoli carichi e gli addetti ai lavori. Un esempio di questa tipologia è la piattaforma a pantografo.
  • Piattaforme semoventi: sono dotate di ruote e un braccio telescopico che si muove in più direzioni. Sono adatte per sollevare persone e piccoli carichi e possono raggiungere sino a 50 metri di altezza.
  • Piattaforme autocarrate: sono veicoli che possiedono, sul retro, uno o più bracci idraulici estendibili. Essendo veicoli indipendenti, possono circolare liberamente da un luogo all’altro.
  • Piattaforme aeree cingolate Ragno: hanno la tipica forma a ragno per via dei lunghi stabilizzatori collegati al corpo della macchina. Questa piattaforma elevatrice è adatta per il sollevamento di persone grazie alla sua struttura contenuta. Inoltre, ha la possibilità di muoversi in luoghi di difficile accesso e su superfici sconnesse.

A quale produttore affidarsi

Nel momento in cui si decide di acquistare o noleggiare una piattaforma aerea nuova o usata che sia, vanno tenuti in considerazione, tendenzialmente, due fattori: i pesi che si dovranno sollevare e l’altezza che si desidera raggiungere.

In base a queste due variabili, ci si dovrà affidare alla tipologia di piattaforma aerea più adatta alle esigenze.

Il secondo elemento chiave è sicuramente capire a quale produttore affidarsi per l’acquisto.

Sul territorio nazionale sono presenti realtà con una consolidata esperienza nella costruzione, vendita e assistenza di questi strumenti di lavoro.

Scegliere un produttore fidato, significa investire su efficacia e sicurezza, se si considera che lavorare in quota, implica essere esposti a gravi infortuni.