come difendersi dai furti in casa

Furti in casa: come difendersi

Una delle domande che ci si pone con maggior frequenza quando si parla di furti in casa consiste nel capire come difendersi ed evitare che questi possano accadere. Scopriamo quali sono le manovre necessarie che garantiscono il massimo livello di sicurezza ed evitare che la situazione possa divenire fuori controllo.

Le regole base della sicurezza domestica

Come prima cosa occorre riflettere su quali siano gli accessi più sfruttati da parte dei ladri. Generalmente esistono due vie principali dalle quali i ladri hanno accesso all’abitazione che intendono svaligiare, ovvero la porta principale e le finestre e proprio per tale motivo è necessario proteggere e rafforzare tali accessi.

Insieme a tecnici specializzati, i quali offrono questo servizio fabbro a Firenze, abbiamo illustrato quali possono essere i provvedimenti da prendere a livello di serramenti. Una soluzione per incrementare la difesa della propria abitazione è data dall’acquisto di una porta blindata con serratura anti chiave bulgara.

Grazie alla combinazione di questi due elementi un ladro si trova scoraggiato nell’effettuare degli atti illeciti ai danni delle altre persone. Occorre inoltre rafforzare gli infissi affinché questi non vengano scassinati con facilità e quindi rappresentino una via d’accesso semplice da violare. Pertanto, apportando queste prime due modifiche è possibile incrementare il fattore sicurezza all’interno della propria abitazione.

Il comportamento su internet

Prima di parlare dei sistemi di protezione che permettono di difendersi dai ladri, occorre conoscere anche quali sono i comportamenti assolutamente da evitare sul web.

Con l’epoca dei social e della condivisione e facilità di reperimento delle informazioni private, inserire il proprio indirizzo di casa online e condividere le eventuali uscite rappresenta un atteggiamento assolutamente da evitare. Questo per il semplice fatto che inserendo online determinati contenuti, come l’eventuale uscita di casa, si rischia di far sapere un’informazione che deve rimanere privata, ovvero l’aver lasciata incustodita la propria casa.

Pertanto tale comportamento è assolutamente da evitare proprio per tale motivo. A questo si aggiunge ovviamente evitare di farsi abbordare per strada da sconosciuti con false pretese: al giorno d’oggi le strategie per entrare in casa d’altri sono svariate e basta la minima distrazione per rendere la situazione tutt’altro che ottimale e semplice da fronteggiare.

I sistemi di protezione perimetrali

Come primo metodo per potersi difendere dai furti in casa occorre necessariamente installare un sistema che permette di circoscrivere il perimetro della propria abitazione quando si esce. Questo sistema consente di sapere esattamente cosa accade fuori dalla propria proprietà ovvero quando vi è un potenziale intruso che ha violato il perimetro e quindi si avvicina pericolosamente alla propria abitazione.

Ovviamente i sensori devono essere posizionati con attenzione all’esterno della propria casa e occorre studiare un metodo per non renderli facilmente visibili. Inoltre è consigliato anche un sistema di videocamere esterno che permette di visualizzare quanto accade fuori una volta che si riceve la notifica di perimetro violato. In questo modo è possibile intervenire tempestivamente ed evitare che il furto ai propri danni si possa concretizzare con estrema facilità, dettaglio assolutamente da non ignorare.

L’esterno e l’interno della propria casa

Allo stesso tempo occorre anche considerare il fatto che pure l’interno della propria casa deve essere necessariamente protetto. Come primo metodo di difesa è consigliato usare un sensore da porre nei pressi delle finestre e della porta che inviano una segnalazione al proprietario di casa quando uno di questi due strumenti viene violato. Infatti molto spesso vengono effettuati accessi dalla porta blindata con diversi metodi descritti in questo articolo (scritto per chi rimane chiuso fuori dalla propria casa).

Occorre anche installare delle telecamere a circuito chiuso interne nella propria casa con funzione di salvataggio del filmato, affinché in caso di furto sia possibile consegnare i malintenzionati alle forze dell’ordine e ottenere un risarcimento per i beni che sono stati rubati. Tutti questi apparecchi devono essere collegati alla rete e allo stesso tempo dotati di una connessione con console principale che invia immediatamente la segnalazione alle forze dell’ordine. In questo metodo si ha l’occasione di proteggere la propria casa e quindi fare in modo che il risultato finale possa essere definito come ottimale e in grado di rispondere perfettamente a tutte le proprie esigenze.

Inoltre non bisogna escludere i classici sistemi di antifurto che hanno l’obiettivo di spaventare i ladri e scoraggiarli: l’allarme sonoro che scatta non appena viene effettuata l’effrazione è un valido alleato che protegge completamente la propria casa.