aprire negozio sigarette svapo

Come avviare un negozio di sigarette elettroniche

Da qualche anno in Italia si è assistita a un’ampia diffusione dei negozi di sigarette elettroniche, se inizialmente sembrava un business di poco successo, oggi, invece, è possibile ottenere dei riscontri molti importanti.

La sigaretta elettronica è diventata un vero cult, molto venduta tra gli ex fumatori e i fumatori che vogliono allontanarsi dal tabacco.

Quindi, avviare un negozio di sigarette elettroniche può essere molto vantaggioso e redditizio, ma quali sono i passaggi da fare per aprire questo tipo di attività? Scopriamoli.

Scelta del locale

Il primo passo è quello di scegliere il locale in cui aprire il negozio di e-cig, è importante che sia molto ampio, in modo da rispondere alle esigenze dei clienti. Bisogna accertarsi che questo disponga di tutte le autorizzazioni per aprire un negozio e che abbia la destinazione d’uso come locale commerciale.

Inoltre, si devono fare delle verifiche sull’impianto elettrico e antincendio, accertandosi che siano a norma. L’ubicazione deve essere in una zona di passaggio con possibilità di parcheggio, per mettere in condizioni le persone di raggiungerlo facilmente.

Trovato il posto ideale, si passa agli adempimenti burocratici per l’apertura dell’attività, il primo passo è scegliere un nome che identifichi il tuo brand.

Iter burocratico 

Per avviare un negozio di sigarette elettroniche è necessario aprire la Partita IVA e iscriversi al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio di pertinenza.

Bisogna mettersi in regola con le iscrizioni a INPS e INAIL e presentare al Comune di appartenenza la SCIA, la comunicazione di inizio attività, che deve essere fatta almeno un mese prima di aprire il negozio ufficialmente.

Consigliamo di affidarsi a un commercialista esperto per adempiere a tutti gli obblighi burocratici e fare tutto nel modo corretto.

Apertura negozio e costi iniziali

Per avere successo è necessario essere sempre aggiornati sul mondo delle sigarette elettroniche, ma anche su quello di sigari, pipe e più in generale, su tutto ciò che riguarda il vaping.

Potrebbe essere molto utile seguire dei corsi professionali per crearsi una buona base di conoscenza del settore e dei corsi di aggiornamento, per fornire sempre più maggiori informazioni su questo settore che, è in continua evoluzione.

Prima di avviare l’attività bisogna prendere una decisione importante, ovvero, se aprire in proprio e cercare da sé un fornitore e partner per vendere sigarette elettroniche come questo.

Per ciò che riguarda i costi iniziali, basandosi su spese di fornitura media e un locale non troppo grande, si può aprire un negozio di sigarette elettroniche con circa 15-18 mila euro.

Parliamo di un investimento abbastanza accessibile per lanciare il proprio business. Inoltre, il negozio fisico può essere supportato da un e-commerce per la vendita a distanza. Infatti, più del 50% degli svapatori, preferisce l’acquisto online, per cui avere un sito web aiuta ad incrementare le vendite e a dare un ulteriore spinta agli affari.