pulizia piano cucina

Come fare per pulire il piano cucina? Idee per ogni materiale

La pulizia del piano cucina è uno degli argomenti più ricercati da chi dedica molto tempo in famiglia e in particolar modo tra i fornelli.

Si parla spesso di top cucine perché è il piano d’appoggio per eccellenza per i cibi caldi e per le sostanze liquide.

Questi ultimi sono in grado di provocare danni irreparabili se non si applicano metodi per la corretta pulizia del piano cucina; ecco quindi i migliori metodi per occuparsi della pulitura del top cucina.

Come pulire il piano in legno

Sempre bello avere in cucina interi piani realizzati in legno: rendono l’ambiente immediatamente ricercato e naturale. Il problema è che il legno risulta un materiale difficile da pulire quando macchie e liquidi intervengono.

Quando si tratta con un top in legno è opportuno utilizzare esclusivamente prodotti senza elementi chimici che potrebbero rovinare il legno sulla sua superficie.

In questi casi è giusto dotarsi di un panno morbido e un detergente neutro che servirà per eliminare con delicatezza lo sporco dalla superficie.

Tra i consigli per rendere lucente il piano della cucina in legno troviamo l’utilizzo della cera d’api naturale oppure l’aceto bianco mischiato con l’acqua.

Sai come pulire il piano in laminato?

Tra i piani cucina più richiesti troviamo quello realizzato in laminato. I motivi del successo sono l’assenza di assorbimento di odori e aloni rilasciati dai cibi come carni e hamburger per esempio.

Un detergente di buona qualità è il prodotto migliore per pulire con cura un piano in laminato (non ci sono particolari richieste, meglio se privo di ingredienti acidi). Le spugne abrasive potrebbero danneggiare la base del top e quindi è meglio evitarle.

Per il calcare del lavello basterà utilizzare un prodotto anticalcare o una spugnetta imbevuta di aceto.

Ricorda ad amici e parenti che è sconsigliato tagliare i cibi sul top in laminato oppure appoggiare cibi e pentole ad alte temperature.

Ecco come avviene la pulizia del top in quarzo

Quando si ricerca un piano cucina di qualità in genere il quarzo è una delle prime scelte. Somiglia molto al marmo ed è ricercato in quanto fortemente resistente alle abrasioni. Ma come si pulisce un piano cucina in quarzo?

La pulizia del piano cucina deve essere fatta con un detergente per la pulizia delle superfici, uno sgrassatore e un anticalcare per il lavello. Nessun prodotto in particolare; è però consigliato non lasciare il piano bagnato e piuttosto asciugarlo in fretta per evitare i fastidiosi aloni.

Pulizia del piano cucina in fenix: come fare?

Se si desidera un piano cucina innovativo e in forte crescita nelle cucine degli italiani, il top in fenix è sicuramente la scelta giusta.

Pulire un piano cucina in fenix è semplice in quanto sarà sufficiente un panno umido con acqua tiepida e una spugna magica per la pulizia della superficie.

Importante non utilizzare un solvente troppo aggressivo: il rischio è di macchiare l’intera superficie.

Ogni materiale ha le sue esigenze: quando si vuole mantenere un piano cucina pulito come nuovo è importare ricercare informazioni ed essere sicuri di trattare con prodotti che non rovinino le superfici della cucina.