Site icon STORYGRANT.IT

Dolci tipici marchigiani di natale: quelli da provare assolutamente

dolce tipico delle marche

Il Natale è il periodo più magico dell’anno, tutto sembra assumere una prospettiva più fiabesca e la voglia di festa, si respira nell’aria.

Una delle buone ragioni per amarlo sono i dolci tipici natalizi che, puntualmente, riempiono le nostre tavole e ci regalano momenti felici in compagnia.

Abbiamo scelto alcuni dolci tipici marchigiani di Natale da fare in casa, ma se avete poco tempo da dedicare alla loro preparazione, potete anche decidere di acquistare i dolci marchigiani online.

Il frustingo

Il frustingo  un dolce natalizio marchigiano a base di fichi e frutta secca. È uno dei più antichi della tradizione, noto ai Piceni, diffuso nelle province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata.

Si tratta di un pane povero molto sostanzioso, consumato come pane mielato, con latte e miele.

Si prepara con pane raffermo tagliato sottilmente e poi ammorbidito nel brodo di fichi. È necessario anche del mosto cotto dove si aggiungono altri fichi secchi, cioccolato, anice e spezie e, infine, l’olio di oliva.

I cavallucci

I cavallucci sono originari di Apiro, in provincia di Macerata, si tratta di piccoli dolci sostanziosi, poiché contengono frutta secca come noci, nocciole e mandorle. A questi ingredienti, si aggiungono cioccolato, canditi, fichi secchi, uvetta e la sapa.

Tra gli altri ingredienti ci sono il caffè e il liquore come il marsala, oppure il mistrà. La farcitura va fatta riposare e poi si farciscono dei pezzetti di sfoglia, dandogli la forma di ferro di cavallo.

Biscotti del pescatore

Questi dolci vengono chiamati così perché mantengono la loro consistenza per un lungo periodo. La ricetta prevede farina, uova, zucchero ammorbidito, uva, burro, frutta secca e frutta tritata.

I biscotti del pescatore sono molto semplici da preparare, bastano appena 20 minuti, anche per questo motivo, sono tra i dolci più prodotti durante il periodo di Natale.

Torrone “Biondo di Camerino”

La ricetta di questo torrone risale all’800, da una famiglia di pasticceri marchigiani. Un dolce che riscosse talmente tanto successo da essere richiesto anche dai Savoia.

La preparazione è molto elaborata, gli ingredienti vengono cotti per più di 5 ore e sono: miele, mandorle e zucchero.

Ci sono alcune varianti che includono l’utilizzo del cioccolato tra gli ingredienti o come copertura.

Lu Serpe

Un dolce di Natale marchigiano dalla forma molto curiosa che ricorda quella di una serpe, da cui prende il nome. Viene prodotto soprattutto a Falerone, poiché, la storia racconta che la ricetta sia stata inventata in un monastero di questo paesino.

Ripieno di mandorle e amaretti, Lu Serpe è aromatizzato alla cannella e glassato e decorato in modo da somigliare a un serpente. Viene consumato soprattutto l’8 dicembre.

La pizza di Natale 

La pizza di Natale è il dolce marchigiano tipico di questa festività, al cui forma ricorda quella di un panettone.

È un dolce di origine contadina che veniva preparato da in casa utilizzando gli ingredienti offerti dalla terra.

I sapori sono soprattutto quelli invernali, la ricetta prevede olio, pane, nocciole, mandorle, uva secca, scorza di limone e l’aggiunta finale di cacao in polvere.

Exit mobile version