Come realizzare una scenografia teatrale 1

Come realizzare una scenografia teatrale

La scenografia è molto più della decorazione, richiede una conoscenza completa dell’opera in modo che tutti i dettagli formino un insieme scenico a seconda dell’opera che si intende interpretare. ASO Italia realizza scenografie in polistirolo e non solo e in questo articolo ci spiegherà l’importanza della scenografia nel teatro.

 

Che cos’è e in cosa consiste lo scenario di un’opera teatrale?

La scenografia si compone sia dell’arte che della tecnica di progettazione e decorazione degli spazi scenici su cui viene eseguita l’opera. Lo scenario, basato su un insieme di elementi visivi, crea il luogo e l’ambiente su cui si svolge l’azione.

La scenografia è solitamente definita come arte effimera.

Questi elementi possono essere corporei , come l’ambientazione, la caratterizzazione dei personaggi, l’abbigliamento, l’illuminazione e persino la messa in scena stessa , che varia a seconda che l’opera sia un teatro, un’opera, una zarzuela, ecc.. per questo sono molte le professioni nel mondo della moda e dello spettacolo.

 

Cosa fa lo scenografo in una commedia?

Lo scenografo si occupa di creare lo spazio scenico secondo la lettura drammaturgica che il regista fa di ogni scena. Questo lavoro è realizzato sulla base delle idee spaziali del regista, con il quale deve mantenere un contatto costante e diretto per verificare che lo stile scenografico sia quello richiesto per ogni opera e/o scena.

È lui che avvia il processo creativo sulla base delle linee guida del regista avendo un’idea più completa dell’opera. Lo scenografo, per svolgere correttamente il proprio lavoro, deve riflettere su come trasmettere e rappresentare la vista dal piano drammatico, visivo, sonoro o sull’uso dello spazio scenico stesso.

 

Elementi scenici del teatro

La scenografia presenta numerosi elementi che compongono l’ambientazione, la caratterizzazione e la rappresentazione dell’opera. In sintesi, ti forniamo un elenco di alcuni degli elementi che lo compongono:

  • La trama
  • Lo schizzo
  • Il modello
  • Dietro le quinte
  • Piattaforme
  • Macchine
  • Supporti

 

L’importanza dell’illuminazione nella scenografia

L’illuminazione del palcoscenico, qualunque sia lo spettacolo, è molto importante affinché la scenografia abbia la giusta atmosfera, a seconda della sceneggiatura e delle esigenze del regista. Ad esempio, La casa de Bernarda Alba non avrà la stessa illuminazione di Amleto.

All’interno del mondo dell’illuminazione, vale la pena evidenziare la varietà di luci par, scoop, luci di profilo, toni, livelli di saturazione, regolazioni di intensità, ecc.

Tutti questi fattori sono molto complessi da gestire, soprattutto se più attori intervengono al momento della rappresentazione. Per questo l’illuminazione scenica è molto più che accendere luci, è un elemento scenico che, attraverso i colori e l’intensità, crea l’atmosfera e l’atmosfera necessarie per ogni opera.

 

Tipi di scenario

A seconda del lavoro, è necessaria una scenografia specifica per generare un ambiente ideale per la performance. Le tipologie più rappresentative sono:

 

Naturalista

Questo tipo di scenografia si basa su una precisa messa in scena e interpretazione della natura umana attraverso le tecniche di rappresentazione eseguite dagli attori e dall’intero set di elementi scenici.

 

Graffiti

La scenografia dell’opera è dipinta sui pannelli frontali, di fronte allo spettatore. Rimangono invariati per tutta la scena, sebbene possano essere scambiati con altri pannelli, che appartengono a un’altra scena.

 

Romantico

Questo tipo di scenario è stato generato durante il Romanticismo (1790-1830). Si basa sulla creazione di un’atmosfera cupa, molto tipica di questo movimento su cui si svolge l’opera.

 

Come realizzare palchi e scenografie per spettacoli teatrali

 

Idee per la scenografia

A livelli non professionali, è molto comune per noi rimanere a corto di idee per innovare o per rappresentare adeguatamente una scena specifica o un’opera completa.

Per aiutarti a uscire da questo pasticcio, ti diamo diverse idee per gli scenari:

  1. Pianifica molto bene: chi vedrà i tuoi lavori, che budget hai, che immagine vuoi dare al pubblico, ecc.
  2. Cerca l’armonia visiva: scegli i colori giusti che formano un codice armonico a livello visivo.
  3. Non trascurare suoni e luci: sono fattori differenzianti, se non riesci a sentire o vedere l’opera, ogni tuo sforzo sarà vano.
  4. Contatta un professionista o persone con esperienza nel settore.

 

Materiali scenici

Nel corso della storia del teatro numerosi materiali sono stati utilizzati per comporre la scenografia dello spettacolo. Dai derivati ​​del legno, all’inizio della rappresentazione teatrale, a materiali come il polistirolo e quelli che stanno per essere utilizzati in questa era 3.0, come gli ologrammi.

Questo mondo, che fin dalla sua nascita si è basato sulla creatività sia degli editori e dei registi che degli attori stessi, consente l’uso di tutti i tipi di materiali oltre alle scenografie teatrali in polistirolo, che aiutano la scenografia. Ciò consente di disporre di una grande quantità di risorse nonostante non ci siano budget elevati.

 

Lo scenario al cinema

Sì, lo scenario utilizzato per il teatro è stato utilizzato anche nel cinema sin dal suo inizio.

La realizzazione di assemblaggi e progetti richiede grande padronanza e capacità organizzativa e concettuale di ciò che si vuole fare. La cosa complessa del cinema è che questa grande opera è difficilmente distinguibile poiché la caducità delle scene ne impedisce la contemplazione, ma ti invitiamo a cercare alcuni dei grandi classici del cinema in modo da renderti conto della complessità e dell’eccellente messa in scena di molte scene.

/